A partire da domenica 2 ottobre 2022

Firenze: al Maggio Musicale un’iniziativa gratuita per bambini durante le matinées delle opere

FIRENZE – Il Maggio Musicale Fiorentino, col Servizio di promozione culturale, vara, a partire da domenica 2 ottobre 2022 in occasione della recita de Il trovatore in programma alle 15, un’iniziativa gratuita, già sperimentata al Teatro Comunale, dedicata a gruppi di 20 bambini i cui accompagnatori adulti abbiano un abbonamento o un biglietto per l’opera: i bambini saranno seguiti da tre educatori preparati e qualificati del Centro Studi Musica & Arte CSMA di Firenze, specializzato nella formazione in ambito musicale con particolare attenzione verso l’infanzia. Gli appuntamenti già fissati sono per ora 9 e seguono il calendario pomeridiano sia del Festival d’Autunno sia del Festival di Carnevale con le opere Il trovatore (2 ottobre), Alcina (22 ottobre), Ernani (due occasioni per i bambini: 13 e 20 ottobre), Don Carlo (8 gennaio 2023), Doktor Faust (2 occasioni per i bambini: 11 e 19 febbraio), The Rake’s Progress (19 marzo) e Carmen (16 aprile). Le prenotazioni riservate a 1 bambino per ogni abbonamento o biglietto potranno essere effettuate on-line sulla piattaforma Evenbrite all’indirizzo dedicato all’iniziativa. Le prenotazioni si chiudono entro le 12 del venerdì precedente alla rappresentazione. Per domenica 2 ottobre le prenotazioni si chiudono venerdì 30 settembre.

Durante ogni opera i bambini verranno accolti nel foyer e poi accompagnati, seguiti dagli educatori del CSMA, in una delle grandi sale abitualmente a disposizione delle prove per partecipare a laboratori a tema dell’opera in programma, alla simulazione dei linguaggi dello spettacolo, a giochi di ruolo, al far musica assieme ad altre forme artistiche come la mimica e il movimento, le arti figurative e la poesia, in un’ottica interdisciplinare. Durante l’intervallo della rappresentazione in corso, i bambini, accompagnati dagli educatori, visiteranno il teatro e al termine dello spettacolo si riuniranno con “i grandi” e mostreranno loro gli elaborati, i disegni, i manufatti, o le scenette, realizzati nel tempo passato assieme.

L’iniziativa, come la programmazione di riduzioni operistiche per bambini, mira a formare il “nuovo pubblico” che impara a confrontarsi e ad avvicinarsi alla musica, giocando e divertendosi. L’immagine di questa operazione riprende quella già nota e diffusa a suo tempo e rende omaggio al grafico esperto di comunicazione d’interesse sociale e culturale, Andrea Miola, che la ideò.

bambini, Firenze, maggio musicale fiorentino, opera lirica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080