Per chiudere bene la prima parte del campionato

Fiorentina: sfida al Milan a San Siro (oggi, ore 18, Dazn). Jovic contro Giroud. Mentre Gonzalez non gioca e va al Mondiale. Formazioni

Luka Jovic (EPA/CLAUDIO GIOVANNINI)

MILANO – Ci proverà, la Fiorentina, a fare lo sgambetto al Milan a San Siro. Lo farà portandosi dietro il bel risultato di cinque vittorie consecutive nelle ultime cinque gare fra campionato (tre) e Conference League, ma nessuna finora contro una big del campionato. Impresa non facile come ha evidenziato Vincenzo Italiano, tuttavia la squadra è riuscita a ripartire dopo un momento complicato. Tuttavia, l’allenatore resta il depositario di due misteri: ossia che Gonzalez e Zurkowski siano stati convocati dalle rispettive nazionali, Argentina e Polonia, per il Mondiale e non siano a disposizione per giocare nella Fiorentina. Qualcuno ci può spiegare il perchè?

ITALIANO – ”Quello di Milano sarà un bell’esame per noi e l’abbiamo preparato con la giusta attenzione – ha dichiarato il tecnico viola che anche stavolta la società ha fatto parlare ai canali ufficiali, preferendo farlo rispondere alle domande via social dei tifosi anziché di persona ai cronisti – Sono soddisfatto dei progressi mostrata dalla squadra, venivamo da un periodo molto difficile ma i ragazzi hanno saputo reagire bene prima in Conference poi in campionato, è venuto fuori il loro carattere, mi sono piaciuti l0orgoglio, lo spirito che hanno messo in campo in queste ultime partite e mi aspetto che sia così anche domani, contro il Milan, sfida d affrontare con lo spirito giusti, oltretutto è l’ultima prima della sosta, cercheremo di fare bene”. Italiano però è consapevole delle insidie di questo match: ”Del Milan temo tutto, è una squadra che ha fatto grandissime cose, è campione d’Italia, in casa si esprime in modo spettacolare. Però dobbiamo cercare di fare la prestazione avendo la coscienza posto e uscendo a testa alta, soprattutto raccogliendo punti che è il nostro obiettivo principale”.

ZURKOWSKI – Finora contro le grandi la Fiorentina ha ottenuto due pareggi interni con Napoli e Juventus e perso con l’Atalanta a Bergamo e con Lazio e Inter al Franchi. Proprio quest’ultima sconfitta, ha confessato l’allenatore viola, è quella che più gli ha fatto male: ”E’ stata la più dolorosa per come è arrivata, avevamo rimontato tre volte lo svantaggio e il punto sarebbe stato meritatissimo”. Tra i convocati non figura Zurkowski (andrà al Mondiale con la Polonia) oltre ai soliti Sottil e Nico Gonzalez, quest’ultimo, come detto, finito nel mirino delle critiche dei tifosi per la perdurante indisponibilità (appena 390′ giocati finora fra campionato e Conference pur contrassegnati da 4 gol) ma con la valigia pronta per raggiungere il Qatar essendo tra i convocati dal ct dell’Argentina Scaloni. Comunque gli ultimi risultati raccontano di una Fiorentina capace di rilanciarsi anche senza di lui: a guidare l’attacco dovrebbe esserci Jovic, decisivo contro la Salernitana, sostenuto da Ikoné, Kouamè o in alternativa l’ex Saponara. 

MILAN – Stefano Pioli, in vista della gara contro la Fiorentina, deve fare i conti con l’assenza di Messias, ko per un problema muscolare. Al posto del brasiliano dovrebbe giocare Diaz sulla destra, ma il posto liberato dallo spagnolo non sarà occupato da De Ketelaere, ma da Krunic, prezioso anche in fase difensiva. Il belga andrà ancora in panchina (“Il Mondiale per un giocatore credo che sia il top, una situazione stimolante, motivante, gratificante. Mi auguro che faccia benissimo e che torni con grande positività, motivazione e ottimismo perché così deve essere”, ha detto di lui Pioli), con Leao a sinistra e Giroud davanti. In difesa Thiaw potrebbe spuntarla su Kjaer e Gabbia al centro in coppia con Tomori, Kalulu ed Hernandez gli esterni, con la coppia titolare Tonali-Bennacer a centrocampo.

PRECEDENTI – La Fiorentina ha perso soltanto una delle ultime 11 sfide di Serie A giocate contro il Milan nel girone d’andata (0-2 nel 2020), con sei successi viola e quattro pareggi. Milan e Fiorentina hanno pareggiato soltanto una delle ultime 14 sfide di Serie A a San Siro (1-1 firmato De Jong e Ilicic il 26 ottobre 2014), con otto successi rossoneri e cinque viola nel parziale. Il Milan ha vinto 1-0 l’ultima sfida di Serie A contro la Fiorentina (gol vittoria di Leao il 1° maggio scorso) e potrebbe tenere la porta inviolata per due gare consecutive contro i viola nella competizione per la prima volta dal 2016 (2-0 con Mihajlovic e 0-0 con Montella). A San Siro i rossoneri hanno segnato in media 2,3 reti nelle ultime 10 partite interne di campionato, parziale in cui hanno ottenuto nove successi e una sconfitta (contro il Napoli lo scorso 18 settembre), e per continuare questa striscia si affideranno ai gol di Leao e Giroud: il portoghese ha segnato due reti in tre sfide di Serie A contro la FIORENTINA, entrambe arrivate proprio al Meazza (quello 29 settembre 2019 è stato il suo primo centro nella competizione), mentre l’attaccante francese ha realizzato quattro gol nei suoi ultimi quattro match con il Milan tra Serie A e Champions League. I rossoneri hanno vinto 17 delle 18 partite in cui l’attaccante francese ha segnato, perdendo solo contro il Napoli. 

Le probabili formazioni

MILAN (4-2-3-1): Tatarusanu; Kalulu, Tomori, Kjaer, Hernandez; Tonali, Bennacer; Krunic, Diaz, Leao; Giroud Allenatore: Pioli A disposizione: Mirante, Jungdal, Ballo-Tourè, Thiaw, Vranckx, Gabbia, Adli, Bakayoko, Pobega, De Ketelaere, Rebic, Lazetic, Origi Indisponibili: Ibrahimovic, Florenzi, Saelemaekers, Maignan, Calabria, Dest, Messias Squalificati: –

FIORENTINA (4-2-3-1): P. Terracciano; Dodo, Milenkovic, M. Quarta, Biraghi; Amrabat, Mandragora; Ikoné, Bonaventura, Kouame; Jovic Allenatore: Italiano A disposizione: Cerofolini, Martinelli, Terzic, Ranieri, Venuti, Bianco, Igor, Maleh, Zurkowski, Duncan, Barak, Saponara, Cabral, Distefano Indisponibili: Castrovilli, Gollini, Gonzalez, Sottil Squalificati: –

ARBITRO: Sozza di Seregno 

Fiorentina, Gonzalez, Milan


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
Scrivi al Direttore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080