Csm, vicepresidente Fabio Pinelli (Lega): 17 voti a favore. Battuto Romboli (14)

ROMA – E’ Fabio Pinelli il nuovo vicepresidente del Csm. E’ stato eletto alla terza votazione, con 17 voti contro i 14 espressi per Roberto Romboli. Pinelli, avvocato penalista del foro di Padova, è stato eletto laico del Csm la scorsa settimana in quota Lega.

Due le fumate nere in precedenza. Al secondo scrutinio Pinelli aveva ottenuto 15 voti, mentre Roberto Romboli, sostenuto dal centrosinistra, ne ha avuti 12; cinque le schede bianche. Il primo scrutinio ha visto 14 voti per Fabio Pinelli, 13 per Roberto Romboli e 5 schede bianche.  

Fabio Pinelli si è laureato in Giurisprudenza all’Università di Milano ed è iscritto all’Ordine degli avvocati di Padova dal 1997. Dal 2010 è iscritto all’Albo speciale degli avvocati ammessi al patrocinio dinanzi alla Corte di Cassazione e alle altre giurisdizioni superiori.

Pinelli è specializzato in diritto penale dell’economia e in reati contro la pubblica amministrazione, ed è anche professore a contratto all’Università Ca’ Foscari. È presidente di PadovaLegge, associazione culturale che affronta temi di attualità dal punto di vista giuridico, politico, economico e scientifico. Pinelli è stato l’avvocato difensore di Luca Morisi, ricordato come l’ideatore della “bestia” della Lega e accusato di spaccio di stupefacenti (caso archiviato). Fino alla sua nomina nel Csm era il legale del sindaco attualmente indagato per concussione: secondo l’accusa avrebbe spinto perché la curva sud dello stadio fosse pronta in tempo, secondo il cronoprogramma, al fine di avere un ritorno politico.

csm, elezione, vicepresidente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080