Livorno: cocaina per 180 chili sequestrata in mezzo a un carico di banane. Avrebbe fruttato 50 milioni

Guardia di Finanza e Agenzia delle Dogane

LIVORNO – Ben 180 chili di cocaina purissima, sono stati sequestrati nel porto di Livorno dalla Guardia di Finanza e dall’Agenzia della Dogane dentro un container carico di banane partito un mese prima da uno scalo sudamericano e che i narcos erano riusciti a far arrivare in Italia.

Nel tentativo d’ingannare le attività ispettive, la cocaina era stata divisa in ben 152 panetti imballati con nastro isolante e inseriti in fondo al contenitore, dietro tonnellate di banane. Il sistema di occultamento è stato scoperto grazie agli strumenti tecnologici messi in campo dall’Agenzia delle Dogane, all’esperienza e alla meticolosità degli approfondimenti svolti dalle Fiamme Gialle e dai doganieri, supportati anche dalle unità cinofile della Guardia di Finanza.

Lo stupefacente, dopo essere stato campionato e analizzato dal laboratorio della locale Agenzia delle Dogane, su disposizione della Procura, è stato distrutto presso l’inceneritore e così strappato alle piazze di spaccio ove avrebbe fruttato alla criminalità organizzata oltre 50 milioni di euro. Le attività, effettuate in stretta sinergia operativa tra Fiamme Gialle e Adm, sono state coordinate dalla Procura della Repubblica di Livorno.

180 chili, carico di banane, cocaina, porto di Livorno, Sud America


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080