Orchestra da Camera Fiorentina: al via i concerti in Santa Croce, con solisti famosi e giovani talenti

L’Orchestra da Camera Fiorentina alla fondazione Zeffirelli – Foto New Press Photo

FIRENZE – L’Orchestra da Camera Fiorentina dà il via al progetto «Professione orchestra»: oltre 40 concerti che, da domenica 19 marzo a ottobre, si svolgeranno nella Basilica di Santa Croce, al Forte Belvedere, a Palazzo Medici Riccardi, alla Fondazione Zeffirelli, all’Auditorium di Santo Stefano al Ponte e in altri spazi secolari della città e dei suoi dintorni; 30 musicisti neolaureati sono stati selezionati per 40 concerti in musei e luoghi d’arte. Suoneranno al fianco di grandi solisti e direttori.

Inaugurazione domenica 19 e lunedì 20 marzo alle 21 all’Auditorium Santo Stefano al Ponte (via Por S. Maria – Firenze), con Marco Lorenzini per violino solista; musiche di Mendelssohn e Beethoven. Le serate vedranno ospiti, tra gli altri, il primo fagotto dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia Francesco Bossone, il pianista Premio Busoni Giuseppe Andaloro, il violinista Premio Paganini Francesco Manara, il primo violino dei Solisti Veneti Marco Fornaciari, il gran virtuoso del bandoneon Mario Stefano Pietrodarchi, il direttore turco Hakan Sensoy.

“Professione orchestra” prevede ben 1640 giornate lavorative annue per il triennio 2023/2025. Il progetto intende offrire occupazione ai giovani musicisti privi di contratto, attraverso un avvio di qualità alla professione. Spiega Giuseppe Lanzetta: “La nuova stagione sarà nel segno del Romanticismo, con alcuni dei più celebri concerti per violino e orchestra eseguiti da solisti e prime parti di prestigiose orchestre. Suoneremo in luoghi ricchi di storia e cultura, con la novità, quest’anno, del Forte Belvedere. E continueremo a perseguire un altro storico obiettivo, coinvolgere il pubblico più giovane attraverso programmi classici di richiamo e sconfinamenti nel repertorio extra-colto”.

Inaugurazione domenica 19 e lunedì 20 marzo all’Auditorium di Santo Stefano al Ponte: diretta da Giuseppe Lanzetta e con Marco Lorenzini violino solista, l’Orchestra da Camera Fiorentina presenterà il “Concerto per violino e orchestra in mi minore Op 64” di Felix Mendelssohn-Bartholdy, tra i capisaldi della letteratura per lo strumento, a firma di quello che la critica ha definito il più classico dei compositori romantici. Perfetto l’abbinamento con Ludwig van Beethoven – a cui Mendelssohn si ispirò – di cui ascolteremo la “Prima sinfonia in do maggiore, op. 21”. Sempre all’Auditorium di Santo Stefano al Ponte, domenica 2 e lunedì 3 aprile, l’Orchestra da Camera Fiorentina si affiderà alla bacchetta di Andrea Vitello, tra i più apprezzati direttori della nuova generazione, già a capo dei Solisti della Scala, con cui ha realizzato un recente cd che ha entusiasmato la critica. In programma l’amata “Sinfonia concertante per fiati e orchestra” di Wolfgang Amadeus Mozart e la “Sinfonia degli addii” di Franz Joseph Haydn, opera particolare, sia per la struttura sia per l’insolita, progressiva, uscita degli strumenti. Tchaikovsky e Beethoven saranno al centro delle serate di domenica 23 e lunedì 24 aprile all’Auditorium di Santo Stefano al Ponte: direttore Giuseppe Lanzetta, solista Marco Fornaciari al violino.

L’essenza del violinismo russo, perfettamente ponderato con la delicatezza e il gusto di un’artista sempre in cerca di nuovi stimoli musicali: sarà la violinista Daria Nechaeva ad affiancare, nel ruolo di solista, l’Orchestra da Camera Fiorentina nel doppio concerto di sabato 29 e domenica 30 aprile (ore 16,30) alla Fondazione Zeffirelli. Sul podio salirà Damiano Tognetti. In programma il “Concerto in re maggiore per violino e orchestra, op. 77” di Johannes Brahms e la “Sinfonia n. 4 in do minore” di Franz Schubert. E ancora, in primo piano il fagotto di Francesco Bossone (domenica 14 e lunedì 15 maggio) il pianista Massimo Spada con il Quartetto Elleboros (giovedì 18 maggio), Francesco Manara al violino nelle due serate di domenica 28 e lunedì 29 maggio a Santo Stefano al Ponte. Forte delle richieste del pubblico, l’Orchestra si concede al repertorio popolare ed extra-colto, con l’Omaggio a Walt Disney che apre la stagione estiva, giovedì 8 giugno a Palazzo Medici Riccardi, mentre sono nel segno di Piazzola e del tango argentino i concerti di mercoledì 2 e giovedì 3 agosto a Palazzo Medici Riccardi.

Programma completo sul sito ufficiale www.orchestradacamerafiorentina.it. Biglietti 15/20 euro (promozione carnet a 12 euro cadauno). Prevendite online su https://orchestradacamerafiorentina.it, su www.ticketone.it e nei punti Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita). Biglietti disponibili anche presso Opera Your Preview – via Por Santa Maria 13, Firenze – tutti giorni dalle ore 10 alle 18. Riduzioni per studenti, over 65 e soci Unicoop Firenze. Per informazioni e prenotazioni si può contattare la segreteria dell’Orchestra, https://orchestradacamerafiorentina.it – tel. 055.783374 – 333 7883225 anche via whatsapp.

Firenze, Musica, Orchestra da camera fiorentina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080