Skip to main content

Lucca: tentato rogo a due ripetitori. La firma in nome di Cospito: “Vendetta per Alfredo”

LUCCA – Vendetta per Cospito. Lo hanno ricavato, gli investigatori, nel tentativo di incendio a due tralicci/ripetitori sulle alture del Pizzorne  in località Pietrapertusa, nel comune di Capannori (Lucca). E’ quanto è stato scoperto ieri, come riferisce la questura di Lucca che ha avviato indagini con la Digos e la scientifica.

Su una cabina elettrica nei pressi di uno dei tralicci, spiega inoltre la polizia, è stata trovata una scritta con riferimento a Cospito: “Distruggere la megamacchina, vendetta per Alfredo” le parole vergate con vernice nera. 

Secondo quanto spiegato la polizia è intervenuta dopo una segnalazione di alcuni addetti ai lavori, trovando alla base di un traliccio alcune bottiglie in plastica contenenti liquido di colore giallo e una sorta di ‘innesco’, tenuto insieme da nastro adesivo e costituito da diavolina e fiammiferi, dai quali fuoriusciva un pezzo di zampirone, solo parzialmente combusto nella sua parte apicale. 

Il sopralluogo della polizia è stato poi esteso a un secondo traliccio, poco distante, protetto da una recinzione che era stata tagliata: anche in questo caso rinvenuto un ‘congegno incendiario’ dello stesso tipo di quello posizione sul primo ripetitore. In entrambi i casi, spiega la polizia, “non si sviluppava alcun incendio. E’ stata invece rilevata”,  su una vicina cabina elettrica, della scritta con riferimento a Cospito.
   

Cospito, Pizzorne, tralicci ripetitori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741