Skip to main content

Reddito di cittadinanza: scoperti 30 irregolari. Anche parrucchiera al “nero” e scommettitore da centinaia di migliaia di euro

Auto della Guardia di Finanza in un’immagine d’archivio

LUCCA – Scoperte dalla Guardia di Finanza 30 persone che avrebbero indebitamente percepito il contributo del reddito di cittadinanza per un totale di circa 210.000 euro. Le verifiche sono state svolte in collaborazione con l’Inps di Lucca.

Tra le posizioni irregolari è stata trovata la mancata residenza in Italia da 10 anni – requisito necessario -, poi una persona che, dopo la presentazione della domanda, effettuava numerose giocate registrate su un conto gioco a lui riconducibile, arrivando a movimentare, nel solo 2021, somme per varie centinaia di migliaia di euro. Quindi il caso di una lavoratrice tenuta ‘a nero’ presso un salone per parrucchiera in Versilia e percettrice, dal luglio del 2022, del reddito di cittadinanza per un importo di 500 euro mensili.

Fra le altre irregolarità, quelle di beneficiari che hanno omesso di dichiarare introiti economici da vincite al gioco on-line, il caso della percezione di reddito di impresa da un soggetto del nucleo familiare, o ancora la comunicazione delle informazioni circa lo stato di detenzione domiciliare e condanne intervenute nei 10 anni precedenti relative al coniuge convivente. Le posizioni irregolari emerse sono state comunicate alla direzione provinciale dell’Inps per attivare il recupero delle somme illegittimamente incassate, nonché il blocco dei contributi richiesti ma non ancora erogati.

parrucchiera al nero, reddito di cittadinanza, scommettitore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741