Skip to main content

Migranti: naufragio in Grecia. Almeno 79 morti. Il peschereccio era diretto in Italia con 750 persone

ATENE – Nuova strage di migranti: stavolta vicino alla Grecia. Almeno 79 i morti a seguito del naufragio di un peschereccio, diretto in Italia, a sud del Peloponneso. Il naufragio è avvenuto in acque internazionali, a 47 miglia nautiche da Pylos.

I soccorritori intervenuti nel naufragio dell’imbarcazione al largo di Pylos, a sud del Peloponneso, sostengono che nelle stive ci fossero donne e bambini e che in totale a bordo si trovavano circa 700 persone. Lo riporta Ert, la televisione pubblica greca.

 “Secondo le dichiarazioni delle persone che si trovavano a bordo, il numero dei passeggeri era di 750: temiamo che purtroppo il numero dei morti salirà di molto”, ha dichiarato il governatore della regione del Peloponneso, Panagiotis Nikas, al sito di Kathimerini. Nikas ha poi spiegato che la Regione ha già avviato il “noleggio di camion appositi per la corretta gestione dei corpi” visto che l’ospedale di Kalamata non è attrezzato per fronteggiare l’emergenza. Il governatore ha inoltre aggiunto che nella città di Kalamata è stata allestita un’area di accoglienza per i sopravvissuti, per rispondere al fabbisogno di coperte, vestiti e cibo.

 “Profondamente addolorata per la notizia del naufragio al largo delle coste greche e per i tanti morti segnalati”. Lo scrive la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen dopo il naufragio di un peschereccio a sud del Peloponneso, dicendosi “molto preoccupata per il numero di persone scomparse”. “Dobbiamo continuare a lavorare insieme, con gli Stati membri e i Paesi terzi, per prevenire queste tragedie”.

AGGIORNAMENTO DELLE 18,55

Tre sopravvissuti al naufragio al largo della costa della Grecia, sospettati di essere tre scafisti, vengono interrogati dalle autorità di Atene. Lo riporta l’emittente Ert mentre è salito a 79 numero dei morti dell’ennesima tragedia dell’immigrazione al largo di Pylos, nel Peloponneso. Sono invece 104 le persone tratte in salvo dai soccorritori. La Guarda costiere teme ulteriori vittime dato che i sopravvissuti hanno riferito di diverse centinaia di persone a bordo dell’imbarcazione. 

migranti, naufragio, Peloponneso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741