Skip to main content

Speleologa bloccata in una grotta a 150 metri di profondità: salvata dal soccorso alpino

BERGAMO – E’ stata salvata oggi, 4 luglio 2023, dai tecnici del Soccorso Alpino, la speleologa Ottavia Piana, 31 anni, rimasta bloccata in una grotta in provincia di Bergamo a 150 metri di profondità dal pomeriggio di domenica scorsa, con una probabile frattura a una gamba. La donna, nonostante il trauma, è cosciente e in buone condizioni generali.

La speleologa si era infortunata nel pomeriggio di domenica ed è stata raggiunta dai tecnici i del Soccorso alpino. Il punto dove l’altro ieri si trovava con altri speleologi è a circa due ore e mezza dall’ingresso della grotta anche se il trasporto in barella ha complicato la situazione e allungato notevolmente i tempi.

La grotta in questione è parte di un reticolo di origine carsica: di fatto un labirinto di grotte, il cui intero tracciato è ancora da mappare completamente. Nel sottosuolo ci sono grandi fonti idriche utilizzabili e l’acqua è presente in maniera consistente. Le piogge di ieri sera e di questa mattina hanno ostacolato ulteriormente il lavoro dei soccorritori.

Bergamo, Ottavia Piana, speleologa soccorsa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741