Skip to main content

Sciopero treni in Toscana: fermo il 75% dei convogli. Forti disagi

Frecciarossa

FIRENZE – E’ stata alta l’adesione in Toscana allo sciopero nazionale delle ferrovie, con punte dell’80%, indetto oggi, 13 luglio 2023, da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Ferrovieri, Orsa Ferrovie e Fast Confsal. Fermi tre treni su quattro. Forti disagi per i numerosi viaggiatori: vacanzieri o semplici pendolari hanno visto il proprio viaggio cancellato o in forte ritardo.

Lo rendono noto i sindacati. Per Leonardo Mugnaini della segreteria della Uiltrasporti Toscana: “Nonostante l’atto gravissimo del ministro dei Trasporti Matteo Salvini, che ha ridotto lo sciopero di 12 ore, l’adesione in Toscana è stata altissima con punte dell’80% e con una media di oltre il 75%. Questo significa che le lavoratrici e i lavoratori hanno compreso le motivazioni della vertenza”. “Il gesto grave del ministro Salvini, tra l’altro, per via della rotazione di materiale – aggiunge -, farà in modo di protrarre i disagi per l’utenza fino alla tarda serata di oggi e avrà come conseguenza anche un costo maggiorato a carico delle aziende, e quindi del Paese, rispetto alla proclamazione iniziale dello sciopero. Segno evidente che il populismo è sempre un cattivo consigliere”.

Antonino Rocca, responsabile ferrovie della Segreteria regionale Fit-Cisl Toscana, sottolinea: “L’adesione allo sciopero di oggi è stata molto alta da parte dei ferrovieri di Trenitalia e di Ntv, con più del 75% dei treni soppressi, a testimoniare lo stato di disagio a cui sono sottoposti giornalmente”. “Nonostante la riduzione a 12 ore dello sciopero, effettuata con ordinanza del ministero dei Trasporti – osserva Rocca – i ferrovieri hanno dato un segnale incontrovertibile, chiedendo di aprire un tavolo di confronto serio che porti a risultati concreti, quali assunzioni di personale, alleggerimento dei turni di lavoro, aumento del salario, fermare le esternalizzazioni riportando il lavoro all’interno delle officine di Trenitalia, oltre ad una migliore conciliazione vita-lavoro. La Fit-Cisl Toscana auspica che il ministro, il quale si è fatto garante delle richieste dei ferrovieri, agevoli nel più breve tempo possibile un percorso che porti delle soddisfazioni certe alle richieste avanzate dalle organizzazioni sindacali”. 

alta adesione sciopero treni, cisl, Ferrovie Italiane, Filt Cgil, Italo, sciopero treni 13 luglio, trenitalia


Ernesto Giusti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741