Skip to main content

Alluvioni, risarcimenti: 5mila euro per le famiglie e 20mila per le aziende

Il ministro della Protezione Civile Nello Musumeci fa il punto sui danni delle alluvioni in Toscanca con il presidente della Regione, Eugenio Giani e il sindaco metropolitano Dario Nardella (Foto Regione Toscana)

FIRENZE – Si comincia a parlare concretamente di risarcimenti per chi è stato colpito dalle alluvioni, in Toscana. Il presidente della Regione, Eugenio Giani, fa sapere: “Sono previsti 5mila euro per le famiglie che hanno avuto la casa danneggiata e 20mila euro per le imprese colpite”.

E ancora: “Occorreranno risorse perché il territorio possa avere risposte immediate. Oltre 30.000, tra famiglie e imprese, sono state colpite direttamente dalle esondazioni. Ora dobbiamo portare avanti tre fronti fondamentali: gli interventi di somma urgenza, ovvero la ricostruzione degli argini e la messa in sicurezza del territorio; l’assistenza alle famiglie che hanno subito danni; l’attenzione alle imprese colpite, anche perché in quest’area si trovano manifatture che sono indispensabili anche al settore moda e all’eccellenza dell’export italiano”.

Giani ha parlato dopo l’incontro, a Campi Bisenzio, con il ministro della Protezione civile Nello Musumeci: “Fino ad oggi c’è stata una stretta collaborazione con il Governo, e vorrei continuasse per poter dare risposte concrete alle persone – ha aggiunto il presidente- La volontà è quella di uscirne tutti insieme. Voglio vivere uno spirito di grande collaborazione e spero che prevalga questo clima rispetto alla prospettiva delle polemiche”.

Per Giani “è fondamentale integrare le risorse che sono state finora messe a disposizione per poter ancora completare i lavori di somma urgenza, mettere in sicurezza il reticolato idrico minore e poi abbiamo bisogno che si traduca l’ordinanza, anche in legge, per poter sospendere i contributi previdenziali, i pagamenti, le imposte: perché chi è stato danneggiato possa vivere con uno spirito di supporto la prospettiva di ricostruzione”. 

RIFIUTI – È salito a sei il numero dei trituratori di rifiuti in azione nei territori colpiti dall’alluvione del 2-3 novembre, dove sta viaggiando a pieno regime la macchina operativa di Alia Servizi Ambientali, ormai da 11 giorni impegnata in un’azione no stop per rimuovere le tantissime tonnellate di rifiuti ingombranti, rifiuti elettrici ed elettronici e indifferenziati che l’ondata di maltempo ha lasciato sulle strade dei Comuni più danneggiati.

I trituratori – posizionati nelle piazzole pubbliche di accumulo di Campi, Prato, Quarrata, Montemurlo e all’interno degli impianti Alia di via Paronese a Prato e del Ferrale a Firenze – risultano decisivi per ridurre il volume dell’immensa massa di materiale da smaltire e agevolarne il trasporto verso le discariche toscane.

In particolare, proprio il collegamento con le discariche sta entrando a regime e in questi primi giorni sono oltre 1.000 le tonnellate di rifiuti che quotidianamente, partendo dalle piazzole pubbliche o dallo stabilimento Alia di Prato, vengono avviati verso le destinazioni finali di deposito e stoccaggio.

Oltre 17.000 tonnellate, invece, i rifiuti complessivamente rimossi dalle strade dall’inizio dell’emergenza e 212 le squadre operative di Alia oggi in azione, supportate da 154 mezzi schierati dall’azienda toscana di gestione del ciclo dei rifiuti e da altre aziende, pubbliche e private, che sono corse in aiuto alla Toscana in difficoltà.

In particolare, a Campi Bisenzio, uno dei territori maggiormente colpiti, l’azione di rimozione rifiuti sta compiendo il massimo sforzo con ben 39 mezzi che stanno operando ogni giorno sul territorio e oltre 5,5 tonnellate di rifiuti tolti dalle strade.

20mila euro alle imprese, 5mila euro alle famiglie, Dario Nardella, eugenio giani, Nello Musumeci, rifiuti, risarcimenti


Ernesto Giusti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741