Skip to main content

Week end lungo di Capodanno a Firenze e in Toscana: eventi e concerti dal 30 dicembre al 1° gennaio

FIRENZE – Ci sono alcuni eventi e spettacoli anche sabato 30, ma il grande protagonista di questo week end è il Capodanno, anche pubblico e gratuito: tante piazze a Firenze e in Toscana saluteranno l’arrivo del 2024 tra fuochi d’artificio, concerti e spettacoli (e col divieto di botti e petardi). A Firenze il 31 dicembre appuntamento in sei piazze: in piazza della Signoria il concerto di Diodato; in piazza San Giovanni spazio al gospel con The Pilgrims, il Coro Academy Singers e i Maryland Gospel Singers; in piazza Santissima Annunziata dalle 22 Nico Gori e la Swing 10tet, dalle 24 Gianluca Petrella con la Rhabdomantic Orchestra. In piazza Santa Croce l’orchestra di Toscana Classica con danzatori; in piazza del Carmine La Notte dei desideri di Anfiteatro 2010; per le vie d’Oltrarno tre marching band, Fantomatik Orchestra, Sound Street Band e Bandão.

In occasione del Capodanno 2023, le attrazioni di Florence Eye rimangono aperte fino all’una: si potrà essere a mezzanotte a bordo della ruota panoramica più alta d’Italia (55 metri). Rimangono aperte anche la grande pista di pattinaggio, i mercatini e l’area food per brindare col vin brulè o riscaldarsi con una cioccolata calda. Anche il 1° Florence Eye è aperto dalle 10. Florence Eye si trova in piazza Vittorio Veneto, all’ingresso del Parco delle Cascine; la ruota rimane straordinariamente fruibile fino al 10 giugno 2024, mentre le altre attività più natalizie saranno aperte fino al 15 gennaio. Per far divertire grandi e piccini, sportivi e semplici appassionati, alla ruota panoramica si aggiungono infatti la pista di pattinaggio, l’albero di Natale alto 11 metri e la slitta di Babbo Natale, ideata per far vivere una magica avventura natalizia grazie a degli speciali visori che permetteranno di “volare” sopra il villaggio di Babbo Natale.

«Stazioni Lunari» atterra in Piazza della Resistenza a Scandicci il 31 dicembre dalle 22 con Ginevra Di Marco, Piero Pelù e Bandabardò (Finaz, Nuto, Don Bachi e Orla) per la prima volta sul palco tutti insieme con un presentatore d’eccezione, ossia Paolo Hendel. Sul palco anche Pino Gulli alla batteria e Roberto Beneventi alla fisarmonica. Una super band per un ultimo dell’anno che si preannuncia pieno di energia folk elettrica; canteranno e suoneranno insieme canzoni dal loro repertorio e si divertiranno a suonare alcune cover che hanno sempre amato.

 A Prato party diffuso nel centro storico con concerti e djset nelle vie, nelle piazze e nei locali cittadini. Saranno coinvolti 12 tra artisti e gruppi musicali e 16 i locali che hanno aderito all’iniziativa. Tra tanti il concerto del duo drag Karma B e il dj set a cura di Radio Bruno. Sempre domenica 31 alle 22.30 al Teatro Politeama Pratese c’è il Concerto degli Auguri di San Silvestro con la Camerata strumentale di Prato diretta da Claudio Novati, soprano Nikoletta Hertsak (biglietti 20€ platea, 15€ galleria, in vendita al Teatro Politeama, su Tickeone.it e sul circuito Boxoffice). Il 31 dicembre a Siena in piazza del Campo dalle 21.45 Emma Marrone, il duo comico PanPers e Dj Angelo di Radio DeeJay. Ad Arezzo gli Editors daranno vita a un dj set dal gusto prettamente british, tra indie rock, ricerca stilistica e hit, fino alle 2 di notte. A Pisa Fabri Fibra in piazza dei Cavalieri; sul palco anche speaker e dj di Radio Deejay. Lucca festeggia in piazza Santa Maria a partire dalle ore 22 con Sabrina Salerno sul palco di piazza Santa Maria; prima di lei il dj Federico Avanzati e l’Auto-Reverse Band. A Pistoia si comincia alle 17 al Funaro con lo spettacolo di clown e giocoleria per bambini e famiglie con Giulio Lanzafame. Peppe Servillo & Solis String Quartet portano in scena al Teatro Manzoni (ore 21.30) un concerto interamente dedicato a Renato Carosone. Gran finale in piazza Duomo dalle 23 con “Capodanno ’70-80”, il live show di Radio Mitology. Una maxi festa alla Terrazza Mascagni per festeggiare l’ultima notte dell’anno a Livorno: ci saranno i fuochi d’artificio e un djset a cura di The Cage e il concerto dei Gary Baldi Bros. 

Per chi passeggia di sera e di giorno, sono accesi gli alberi di Natale in piazza della Signoria, in piazza del Duomo, in piazza Sant’Ambrogio, al piazzale Michelangelo e in piazza San Firenze. Sul sagrato del Duomo, c’è il presepe con statue in terracotta a grandezza naturale: vere e proprie sculture a tutto tondo, pezzi unici creati dall’artigiano Luigi Mariani di una storica fornace imprunetina e da lui donate all’Opera del Duomo. Quest’anno alle statue si aggiunge la figura di San Francesco. Nella Basilica di Santa Croce, invece, i presepi sono ben 15, allestiti ai diversi altari. È tornato anche il Presepe storico di Villa La Quiete, importante testimonianza artistica dell’attività scultorea di artigiani toscani della prima metà del XVIII secolo, che si rifacevano ai presepi napoletani; visitabile con visite guidate di domenica alle 10.30 e 11.30 (via di Boldrone 2, Firenze), nei giorni 17, 24, 31 dicembre e 7 gennaio; necessaria la prenotazione allo 055-2756444edu@sma.unifi.itPresepe Artistico ai Bassi nel Quartiere 4: rappresenta Annunciazione, censimento, natività e fuga in Egitto con oltre sessanta personaggi in movimento che scandiscono con il proprio lavoro l’alternarsi del giorno e della notte. All’Istituto Don Orione un grande presepe elettromeccanico di oltre 40mq racconta tutta la vita di Gesù nei suoi momenti più significativi, fino alla Passione ed alla Resurrezione. Presente anche un mercatino dove è possibile trovare oggetti di ogni genere, di cui molto rigorosamente fatti a mano dai ragazzi dell’Istituto; possibile visitarlo tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18:30 in Via Capo di Mondo 34.

Fino al 7 gennaio 2024 c’è Green Line festival, con videoproiezioni sul Ponte Vecchio e in piazza della Signoria e una speciale installazione, firmata da Nico Vascellari, all’interno della Sala D’Arme.

Dopo lo straordinario successo a Parigi, il Circo Medrano in veste Havana El Grande Circo De Cuba arriva a Firenze all’interno del Mandela Forum dal 25 dicembre al 7 gennaio; spettacoli sabato 30 ore 15.30 e 18, domenica 31 ore 17:30 e 21.30 con gran veglione di Capodanno, lunedì 1° ore 17.30 e 21. Niente animali, solo acrobati e clownerie. Biglietti da 15 a 45 (da 30 a 90 per il veglione del 31); biglietti su https://medrano.it/circo-cuba/

Domenica 31 alle 20.30 Giuliana De Sio e Alessandro Haber al Teatro della Pergola (via della Pergola 30) in La signora del martedì di Massimo Carlotto, regia Giancarlo Sepe (Platea € 68 – Palco € 48 – Galleria € 34; 2 ore intervallo compreso) e alle 21 al Fabio Canino al Teatro di Rifredi (Via Vittorio Emanuele II, 303; 1h 25′, atto unico; 34 euro) dopo 20 anni riporta in scena Fiesta, commedia tributo a Raffaella Carrà e alle sue canzoni. Dettagli https://www.teatrodellatoscana.it/it

Al Teatro Verdi (via Ghibellina 99) sabato 30 alle 20.45 e domenica 31 alle 17 (biglietti da 27.50 a 66 euro, ancora disponibili) e alle 21 (prezzi da 37,50 a 100 euro, ma pochissimi biglietti rimasti) c’è Cabaret, con Arturo Brachetti e Diana Del Bufalo. Lo spettacolo delle 21 comprende il brindisi di mezzanotte in teatro: al termine dello spettacolo verranno offerti al pubblico panettone e spumante nel foyer. Dettagli su https://www.teatroverdifirenze.it/

L’Orchestra della Toscana (ORT) continua la tradizione di aprire il nuovo anno al Teatro Verdi di Firenze con un Concerto di Capodanno, e lo fa anche lunedì 1° gennaio alle 17 con Grazie, Puccini! ,un omaggio a Giacomo Puccini, dando il via all’anno pucciniano nel centenario della sua scomparsa. Del compositore lucchese ascolteremo le più belle musiche e arie dalle opere di Gianni Schicchi, Manon Lescaut, Madama Butterfly ma non solo. Il programma si arricchisce anche delle musiche di Gaetano Donizetti, Georges Bizet, Ruggero Leoncavallo e Gioachino Rossini. Sul podio Nicolò Jacopo Suppa, il soprano Alessia Panza, e il tenore Giuseppe Infantino. Biglietti da €15,00 a €35,00 + prevendita / Sconto di €5,00 su tutti i settori per i Soci Unicoop Firernze. In vendita alla Biglietteria del Teatro Verdi (tel.055 212320), nei punti vendita del Circuito Ticketone e online su www.ticketone.it

Il Teatro del Maggio (Piazza Vittorio Gui) lunedì 1° alle 11 ospita il tradizionale Concerto di Capodanno della Scuola di Musica di Fiesole, nel 2024 ancor più speciale perché segna l’inizio del 50° anno di vita dell’istituzione creata da Piero Farulli nel 1974. L’apertura è affidata all’Orchestra dei Ragazzi, che Antonino Siringo guida nell’esecuzione della Ouverture in stile italiano D.590, con cui nel 1817 Franz Schubert offre il suo omaggio al gusto italiano, che entusiasmava la capitale austriaca al rivelarsi del genio di Rossini. È poi di scena l’Orchestra Galilei, che sotto la direzione di Davide Sanson prosegue l’omaggio al grande Pesarese con la Sinfonia da La Cenerentola. All’Orchestra Galilei si aggiunge l’Orchestra Giovanile Italiana, al suo debutto nella nuova formazione: insieme eseguono – sotto la direzione di Edoardo Rosadini – i Ballabili dall’Otello verdiano e l’Ouverture accademica op. 80 di Johannes Brahms, pagina festosa con cui nel 1880 l’autore ringrazia l’Università di Breslavia che gli ha conferito la laurea in filosofia honoris causa. La Schola Cantorum Francesco Landini guidata da Paolo Gonnelli ed il Coro Escursioni Armoniche preparato da Chiara Quattrini si aggiungono all’OGI: tutti insieme eseguono sotto la direzione di Davide Sanson Zadok the Priest HWV 258, il più celebre dei quattro inni composti nel 1727 da Georg Friedrich Händel per l’incoronazione di Giorgio II d’Inghilterra. Come sempre ingresso gratuito su invito da ritirare alla Scuola di Fiesole o da Dischi Fenice in via Santa Reparata 8b.

Sempre al Teatro del Maggio sabato 30 alle 20 e domenica 31 alle 15 ospita Shen Yun, musica e danza classica cinese con orchestra dal vivo; un viaggio attraverso i cinque millenni della cultura tradizionale della Cina, naturalmente prima del comunismo (è una compagnia di dissidenti); effetti scenografici e musiche d’orchestra originali. Pochissimi biglietti rimasti, da 77 euro; acquisto solo sul sito di Shen Yun

Allo Spazio Alfieri in via dell’Ulivo Capodanno con La compagnia delle seggiole in Ri-Spogliati!: domenica 31 alle 22 con brindisi di mezzanotte e lunedì 1 alle 21.15; per San Silvestro è prevista anche una cena in balconata con I ragazzi di Sipario dalle 20. Cena + spettacolo euro 75, biglietti acquistabili SOLO presso la biglietteria dello Spazio Alfieri; solo spettacolo € 40, biglietti acquistabili anche online https://spazio.spazioalfieri.18tickets.it/ Per il 1° possibile apericena dalle 20.30; biglietto € 20 acquistabile anche online https://spazio.spazioalfieri.18tickets.it/

I Pinguini Theater sono domenica 31 alle 21.30 al Teatro San Leone a Firenze (Via Beata Angela da Foligno 7) con 6 ladre pe’ i’ colpo del secolo, liberamente ispirato al racconto di William Arthur Rose, adattamento e regia di Pietro Venè. Prevendita presso la cartoleria Lo Scarabocchio in via Senese 98 A/r; prenotazioni teatrodisanleone@gmail.com oppure al 376 1123651; biglietto: 35 Euro; a mezzanotte panettone, pandoro e spumante offerti al pubblico.

Per il Natale al Quartiere 4, lunedì 1° alle 17, torna il Gran Concerto di Capodanno, che quest’anno si svolgerà nel Teatro Cantiere Florida, in Via Pisana, 111/R. Protagonista sarà la Filarmonica ‘Gioacchino Rossini’ di Firenze; bisogna prenotare online

San Silvestro al cinema. Il 31 alle 21 al cinema Astra di piazza Beccaria apertura porte, seguirà buffet dolce di benvenuto (panettone, pandoro e dolcezze; vini dolci, amari e caffè); alle 21.30 proiezione del film Past Lives di Celine Song, in versione originale con sottotitoli in italiano, commedia romantica. Il film terminerà intorno alle 23.15, dopodiché ognuno potrà brindare all’anno nuovo nel luogo che preferisce. Biglietto unico 13 euro.

Al Teatro di Fiesole le Feste e non solo si passano con la Bruna: «Bruna, per carità», il nuovo spettacolo si e con Alessandro Riccio (en travesti) e Alberto Becucci debutterà martedì 26 dicembre e avrebbe dovuto terminare le repliche con quella della sera di San Silvestro, il 31, Franchino (il fisarmonicista e pianista che fa da spalla a Riccio-Bruna) ha organizzato una serata di beneficenza a favore della Caritas, supportato dall’efficientissima moglie Patrizia (spesso nominata negli altri episodi, ma che ovviamente non si vede mai), però Patrizia si ammala all’ultimo momento e Franchino deve chiedere alla Bruna di supplirla come madrina della serata, facendole promettere di restare nei limiti di una serata elegante e misurata. Ovviamente la Bruna cambierà a modo suo la scaletta delle canzoni, racconterà le sue storiacce di vita vissuta e le sue barzellette da bar di periferia, col solito mix di comico e di amaro. Biglietti 31 dicembre ore 19,30 Primo settore 30 euro Secondo settore: 22 euro Biglietti 31 dicembre ore 22,15 Primo settore 43,50 euro Secondo settore 35 euro Info Teatro di Fiesole – Largo Piero Farulli, 1- Fiesole – Firenze
www.teatrodifiesole.it – info@teatrodifiesole.it online su TicketOne

Mercatino di Natale nella piazza del centro San Donato a Novoli, con cinquanta casette di legno tra artigianato, curiosità, prodotti tipici, street food, musica e animazioni; fino al 7 gennaio tutti i giorni dalle 10,30 alle 19; c’è anche la pista di pattinaggio sul ghiaccio al parco di San Donato (lato via di Novoli), aperta nei giorni feriali dalle 15,30 alle 13 e dalle 14 alle 20 e, nei giorni festivi, dalle 10,30 alle 13 e dalle 14 alle 20. Per la vacanze di Natale l’orario sarà dalle 10,30 alle 13 e dalle 14 alle 20. Mercato dell’Avvento alle Cascine domenica 24 dalle 8 alle 18 in viale Lincoln. Fino al 24 c’è il negozio di Natale di Emergency, con artigianato dai paesi in cui l’associazione lavora, prodotti equo e solidali, moda etica (in via Gioberti 61, tutti i giorni 10-19.30). Dai cesti e tessuti dall’Uganda agli accessori realizzati con materiali di riciclo, dai dolci natalizi alle magliette dell’associazione. Florence Eye, l’imponente villaggio natalizio di Firenze con tanto di ruota panoramica da 55 metri (destinata a rimanere almeno fino al 10 giugno) che prende vita, per la sua terza edizione, in piazza Vittorio Veneto, all’ingresso del Parco delle Cascine. Alle due principali attrazioni si aggiungono poi anche il luminoso albero di Natale alto 11 metri e la slitta di Babbo Natale.

Fino al 24 Mercatino di Natale in Piazzale Resistenza a Scandicci (ore 10-19); pista di pattinaggio sul ghiaccio in Via Francoforte sull’Oder (ang. Via Pantin) fino al 28 gennaio

Sesto Fiorentino in piazza Vittorio Veneto ci sono il Villaggio di Natale, la pista di pattinaggio, le giostre e il mercatino. L’omino di pan di zenzero, la carrozza di Cenerentola, i personaggi Disney 3D, il grande Teddy Bear e altre attrazioni a tema in via Cavallotti, via Dante Alighieri e via Verdi, mentre giochi di luci e proiezioni natalizie coloreranno il Palazzo comunale. In piazza Ginori albero di Natale solidale: inserendo un euro nella gettoniera, l’albero, comunque illuminato, regalerà altri giochi di luci e musica; il ricavato sarà destinato alle iniziative a sostegno delle popolazioni alluvionate di Campi Bisenzio. Sempre in piazza Ginori il Mattoncini Village all’interno di Palazzo Pretorio e gli spettacoli del Fabulabus.

Empoli Città del Natale eventi e attrazioni: in piazza Matteotti giostre, pista di pattinaggio sul ghiaccio e ruota panoramica; “Il Magico Mondo di Babbo Natale” (11-13 e 14:30-19:30) nel Chiostro degli Agostiniani, Via dei Neri. Tutte le domeniche e i festivi, dal 18 novembre al 7 gennaio, dalle 17:15 alle 18:30 Parata di Natale in piazza della Vittoria. In Piazza Farinata degli Uberti, tutti i sabati e tutte le domeniche alle 16.30/17.30/18.30/19.30 spettacolo della grande nevicata. 

Fino al 14 gennaio c’è “La Via dei Presepi” a Cerreto Guidi, XII edizione. La manifestazione, che ha il patrocinio della Regione Toscana ed è incentrata sull’esposizione di un gran numero di presepi, di varie tipologie, di diverse forme e dimensioni, realizzati con i più svariati materiali, sarà arricchita da un nutrito programma di appuntamenti ed eventi paralleli, che si svolgeranno, in particolare, nel Centro storico del paese.

Un po’ in tutta la Toscana ci sono presepi da visitare, nelle città e nei borghi; dettagli su  www.cittadeipresepi.com

Apertura straordinaria del Museo delle Cappelle Medicee, lunedì 1° dalle 11 alle 19 ,ultimo ingresso alle 18.15, e apertura straordinaria del Museo Nazionale del Bargello, martedì 2, giorno di chiusura settimanale, dalle 8.15 alle 18.50, ultimo ingresso alle 18.20; dettagli su www.bargellomusei.beniculturali.it

Molti musei della Direzione regionale della Toscana saranno aperti per le festività di capodanno; a Firenze, Prato e provincia saranno aperti il 1° il Museo Archeologico Nazionale, il Cenacolo di Andrea del Sarto a San Salvi, le quattro Ville medicee: Petraia, il Giardino di Castello, Cerreto Guidi e Poggio a Caiano e il Parco di Villa il Ventaglio dove alle 15 è in programma una visita guidata gratuita con il direttore Lorenzo Sbaraglio alla scoperta di scorci panoramici della città lungo sentieri e vialetti, con piccole soste e tappe lungo il viale disegnato dall’architetto fiorentino Giuseppe Poggi, che qui anticipò le soluzioni poi adottate per il celebre Viale dei Colli (ritrovo in cima al Viale del Parco, prenotazione all’ingresso o telefonando allo 055.580283 in orario di apertura). Nel salone della Villa medicea di Cerreto Guidi si potranno ammirare i preziosi arazzi medicei raffiguranti le Quattro Stagioni tessuti da incisioni di Giovanni Stradano parte della serie di sei panni dedicata a ”Le Quattro stagioni e i Carri del Sole e della Notte”, tessuti dall’Arazzeria Medicea tra il 1632 e il 1637. Nella provincia di Grosseto il 1° si potranno visitare le aree archeologiche di Vetulonia, Roselle e dell’antica Città di Cosa. A Pisa sarà aperto il 1° il Museo nazionale di San Matteo con la nuova esposizione della collezione di monete, tessere mercantili e gettoni 5000 esemplari di monete antiche della raccolta del Museo, provenienti dalle medievali zecche di Pisa, Lucca, Siena e Firenze, insieme agli splendidi esemplari di età medicea e lorenese, raccontano oggi in un nuovo allestimento la storia di Pisa, del suo territorio e della regione, dall’antichità all’Ottocento. A Monsummano Terme (Pt) il 1° visite accompagnate nelle stanze della casa museo del poeta Giuseppe Giusti. Aperto il 1° il Museo nazionale Etrusco di Chiusi. Tutte le informazioni su orari e modalità di ingresso su https://museitoscana.cultura.gov.it

Sono riprese le visite guidate del sabato mattina al Museo Zeffirelli in Piazza San Firenze. Informazioni e prenotazioni sul sito della Fondazione

Dal 7 ottobre 2023 al 4 febbraio 2024 a Palazzo Strozzi c’è Untrue Unreal, grande mostra ideata e realizzata con lo scultore Anish Kapoor, per la prima volta a Firenze.

Il Futurista Fortunato Depero (1892-1960) è a Palazzo Medici Riccardi (via Cavour) con la mostra Depero. Cavalcata fantastica; 240 opere visibili fino al 28 gennaio 2024, orario: tutti i giorni 9-19, chiuso mercoledì.

Firenze dedica per la prima volta al pittore Giovanni Stradano (Jan van der Straet, Bruges 1523 – Firenze 1605) una mostra per i cinquecento anni dalla sua nascita. Un evento eccezionale per un artista fiammingo che molto operò per la città nella quale scelse di vivere fino alla fine dei suoi ottantadue anni.  “Giovanni Stradano a Firenze 1523-2023. Le più belle e strane invenzioni del mondo” è il titolo della mostra che prende vita al Museo di Palazzo Vecchio di Firenze dal 17 novembre 2023 al 18 febbraio 2024 per celebrare questo straordinario artista. Promossa dal Comune di Firenze – Ufficio Patrimonio Mondiale e Rapporti con UNESCO e MUS.E, con il supporto del Ministero del Turismo, la direzione scientifica e il coordinamento generale di Carlo Francini e Valentina Zucchi e la curatela di Alessandra Baroni, l’esposizione conta circa ottanta opere tra dipinti, disegni, stampe, libri, arazzi e strumenti e offre un approfondimento inedito su Stradano, che fu il principale e più versatile collaboratore di Giorgio Vasari nella decorazione di Palazzo Vecchio. Orari: LUN-DOM H9:00 – H19:00 / GIO H9:00 – H14:00 La biglietteria chiude un’ora prima della chiusura Ingresso museo: Intero € 17,50 Ridotto € 15,00 (18-25 anni e studenti universitari) – Card del Fiorentino: 5,00 €, gratis fino a 18 anni.

Alle Gallerie degli Uffizi fino al 30 giugno mostra ‘Divina Simulacra. Capolavori di scultura classica della Galleria’, curata da Fabrizio Paolucci e visibile nelle sale espositive al piano terreno (orario: tutti i giorni 8.15-18.30, chiuso lunedì).

A Michelangelo e d’Annunzio, in occasione delle doppie celebrazioni per i 160 anni dalla nascita del Vate e per i 460 anni della morte del Buonarroti, viene dedicata la mostra “Michelangelo e d’Annunzio. Il corpo e l’anima”, nelle splendide sale del primo piano di Palazzo Guadagni Strozzi Sacrati a Firenze Piazza Duomo 10), sede della Presidenza della Regione Toscana. Voluta dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, dal presidente del Vittoriale degli Italiani Giordano Bruno Guerri e realizzata da Opificio delle Arti e della Musica, in collaborazione con il Vittoriale e la Fondazione Casa Buonarroti di Firenze, Michelangelo e d’Annunzio. Il corpo e l’anima sarà visitabile dal 15 dicembre 2023 al 18 febbraio 2024, con ingresso libero.

Nell’occasione del cinquecentenario della morte del pittore Pietro Vannucci, detto il Perugino, inoltre, l’Ufficio Firenze Patrimonio Mondiale e Rapporti con UNESCO del Comune di Firenze e MUS.E propongono, grazie a una fruttuosa collaborazione con la Galleria dell’Accademia di Firenze, una straordinaria visita fra le sale del museo. Qui, grazie ad un racconto che ripercorrerà le attività della bottega fiorentina del Perugino, sarà possibile ammirare alcuni pregiati capolavori del pittore dal vivo.

La mostra “Federigo Angeli. Il rinascimento fiorentino nel XX secolo” è nelle Sale Fabiani di Palazzo Medici Riccardi fino al 7 gennaio 2024. Il progetto espositivo, curato da Francesca Baldry e Daniela Magnetti, nasce e si sviluppa attorno a due grandi dipinti in pendant di Federigo Angeli (1891-1952) dal titolo “Dama a cavallo con corteo cavalleresco” “Signore a cavallo con corteo cavalleresco”, appartenenti alla collezione di Sella Sgr su cui il laboratorio Thierry Radelet di Torino ha effettuato un importante lavoro di restauro. Le tele si possono ricondurre in modo diretto al ciclo di affreschi dipinto da Benozzo Gozzoli per la Cappella dei Magi di Palazzo Medici Riccardi tra il 1459 e il 1464 circa, sia per l’impostazione complessiva della scena che per precise citazioni letterali: il destriero al passo e quello rampante, i palafrenieri in livrea, il fondale roccioso su cui campeggiano città turrite, la trattazione della vegetazione. Rispetto al precedente gozzoliano, però, la bottega di Angeli si distingue per le innovazioni e la contaminazione delle fonti.         

Al Museo Novecento (Piazza Santa Maria Novella) mostra Mapplethorpe Von Gloeden. Beauty And Desire, che approfondirà il rapporto tra il lavoro fotografico dello statunitense Robert Mapplethorpe e gli scatti del tedesco Wilhelm von Gloeden.

Al Museo degli Innocenti(Piazza SS. Annunziata) la mostra «Alphonse Mucha. La seduzione dell’Art Nouveau» che espone opere del grande artista ceco (fino al 7 aprile 2024), non dimentica che la corrente artistica interessò anche l’Italia e dedica una sezione al fiorentino Galileo Chini, uno dei protagonisti dell’Art Nouveau in Italia, nato 150 fa, il 2 dicembre 1873 (iniziative per commemorarlo sono un po’ in tutta la Toscana).

La mostra “Andature III – Helene Appel / Eva Marisaldi”, a cura di Marcella Cangioli e Antonella Nicola, al Museo Marino Marini, Piazza San Pancrazio, è stata prorogata fino a lunedì 8 gennaio 2024. Sabato 23 dicembre, alle 17, prosegue il programma di visite guidate all’esposizione. La visita è gratuita, è compresa nel costo del biglietto di ingresso, i posti sono limitati ed è consigliata la prenotazione al linkhttps://museomarinomarini.it/visite-guidate-alla-mostra-andature-iii/.Si suggerisce di arrivare al Museo 10 minuti prima dell’inizio della visita. Orari del Museo Marino Marini durante le festività natalizie: sabato 23 dicembre, 10-19 (ultimo ingresso alle 18); domenica 24 dicembre, 10-15 (ultimo ingresso alle 14); lunedì 25 dicembre, chiuso; sabato 30 dicembre, 10-19 (ultimo ingresso alle 18); domenica 31 dicembre, 10-15 (ultimo ingresso alle 14); lunedì 1° gennaio,15-19 (ultimo ingresso alle 18); sabato 6, domenica 7 e lunedì 8 gennaio, orario normale.

Dal 29 novembre 2023 al 28 gennaio 2024 alla Cattedrale dell’Immagine in piazza Santo Stefano a Firenze arriva Inside Van Gogh, una nuova mostra immersiva nel mondo di Vincent van Gogh.

Nella reggia di Palazzo Pitti ha finalmente riaperto, dopo il riallestimento, il Museo della Moda e del Costume; 12 le nuove sale. È esposta anche la collezione di 78 icone russe, raccolta a Firenze già dai Medici e soprattutto dai Lorena nel corso del Settecento e del secolo successivo, la più antica del genere al mondo al di fuori della Russia stessa, verrà infatti per la prima volta esposta in un nuovo allestimento. Si tratta di quattro grandi sale con affreschi seicenteschi affacciate sul cortile al piano terra di Palazzo Pitti, appena restaurati. Icone dotate di didascalie descrittive in italiano, inglese e cirillico. Finora, questi ambienti della Reggia medicea non sono mai stati regolarmente aperti al pubblico. Anche la suggestiva, elegantissima Cappella Palatina, con gli affreschi ottocenteschi di Luigi Ademollo, ora interamente restaurata, è riaperta e visitabile.

Scoprire la storia delle Nazionali italiane di calcio attraverso maglie, coppe e cimeli che ne fanno ripercorrere gli oltre centodieci anni di storia: tutto questo è possibile al Museo del Calcio, situato a Firenze, in zona Coverciano (ingresso da Viale Palazzeschi 20), accanto al Centro Tecnico Federale, casa degli Azzurri e delle Azzurre; aperto sette giorni su sette, con orario continuato dalle 10 alle 18. Oltre alle maglie di Piola, Facchetti, Riva, Baggio, Buffon e tanti altri campioni, i visitatori avranno la possibilità di vedere dal vivo anche la coppa originale degli Europei, conquistata dai ragazzi di Mancini nella finale di Wembley contro l’Inghilterra a Euro 2020.All’interno del Museo del Calcio è presente uno shop dedicato alla partnership con adidas. Nel negozio è possibile trovare il materiale indossato dagli Azzurri e dalle Azzurre, sia da allenamento che da gara; disponibile sia in taglie da adulti che da bambini.

In Manifattura Tabacchi (via delle Cascine 35) mostra Senza te, senza nord, senza titolonegli spazi rigenerati della ex fabbrica di sigari fino al 28 gennaio 2024.

“Il giardino incantato. Un viaggio interattivo nell’arazzo millefiori”: Pistoia, al Museo dell’Antico Palazzo dei Vescovi, accoglie fino al 29 febbraio 2024 (apertura sabato 28 ottobre, il cui evento inaugurale è stato aperto al pubblico) una installazione immersiva capace di offrire un’esperienza inedita di uno dei capolavori di arte tessile fiamminga del XVI secolo, permettendo di esplorarlo, per la prima volta, in tre dimensioni. L’occasione è data dal prestito del manufatto alla mostra dedicata a Italo Calvino, in programma alle Scuderie del Quirinale a Roma (13 ottobre 2023 al 4 febbraio 2024). L’installazione è un progetto di Fondazione Pistoia Musei e Fondazione Caript ideato e realizzato in collaborazione con il collettivo artistico camerAnebbia, curato nei suoi contenuti scientifici da Annamaria Iacuzzi e Cristina Taddei, conservatrici di Fondazione Pistoia Musei, e Gaia Ravalli, storica dell’arte della Scuola Normale Superiore di Pisa con la supervisione di Monica Preti, direttrice di Pistoia Musei. L’arazzo millefiori di Pistoia detto “dell’Adorazione”, in seta e lana, di dimensioni considerevoli (267 x 790 cm), è una delle opere d’arte più importanti della città e raffigura un raffinato giardino fiorito popolato anche da animali selvatici e fantastici, come l’unicorno.

Dalla Pennsylvania alla Toscana, i capolavori delle Avanguardie del ‘900 provenienti dalle raccolte del  Philadelphia Museum of Art approdano al Palazzo Blu di Pisa dal 28 ottobre al 7 aprile per dar vita ad un’imperdibile rassegna dedicata ai protagonisti dell’arte internazionale della prima metà del secolo; una selezione di opere, tra dipinti e sculture, dei maggiori esponenti delle correnti artistiche europee dei primi decenni del ‘900, da Duchamp a Kandinsky, da Picasso a Chagall, da Mirò a Dalí, da  Matisse  a  Mondrian, Klee, Ernst e molti altri. Un percorso espositivo cronologico che segue il corso degli eventi tra il 1910 e il 1940 accompagnando il pubblico in un suggestivo viaggio temporale scandito da celeberrimi capolavori.

Presso il CIFA (Via delle Monache 2, Bibbiena – AR) mostra “Nino Migliori 75 anni di fotografia” e 14 nuove installazioni a completare la Galleria Permanente a cielo aperto che consacra la cittadina del Casentino Città della Fotografia.

Il caso della perduta Maschera di Fauno attribuita a Michelangelo è tra i più misteriosi e intriganti di una nuova mostra sulle vicende che legarono indissolubilmente il Casentino al salvataggio del patrimonio artistico fiorentino durante la Seconda guerra mondiale. La maschera, trafugata dai nazisti dal Castello dei Conti Guidi a Poppi (Arezzo) e mai ritrovata, per sfuggire ai bombardamenti era stata infatti posta in custodia nell’antico maniero, insieme a centinaia di capolavori degli Uffizi e dei musei fiorentini. Proprio nel Castello di Poppi, che insieme al monastero di Camaldoli e a Villa Bocci di Soci tra il 1940 e il 1944 divenne straordinaria roccaforte di protezione per le opere d’arte, si tiene, dal 20 luglio al 28 gennaio 2024 la mostra “Michelangelo rapito – Capolavori in guerra dagli Uffizi al Casentino”. L’evento, inserito nel programma degli ‘Uffizi Diffusi’, racconta la tormentata storia del salvataggio di centinaia di sculture e dipinti tra i più famosi al mondo, ed allo stesso tempo offre anche l’opportunità di un’esperienza di arte immersiva, perché le immagini in alta definizione di quelle stesse opere, compreso il Fauno perduto, tornano in via eccezionale all’interno del castello.

Una mostra dedicata a Guido Strazza, pittore e incisore tra i più importanti nel panorama artistico italiano. Sarà inaugurata a Santa Fiora (GR) sabato 23 alle 11.30, a Palazzo Sforza Cesarini e resterà aperta (a ingresso libero) fino al 6 gennaio. Dopo la recente donazione di 67 opere al Comune di Santa Fiora, a 101 anni l’artista torna protagonista nel borgo amiatino che gli ha dato i natali, con la mostra organizzata dall’amministrazione comunale dal titolo ‘È annuncio – la cometa di luce nella notte’, a cura di Gianluca Murasecchi e Simona Ciofetta. In mostra una serie di opere di Guido Strazza, dagli anni Cinquanta del Novecento a oggi, che ripercorrono i temi principali del percorso creativo dell’artista e della sua ricerca sul segno, sul rapporto del segno con la luce e il colore.

Capodanno a Firenze, Circo Medrano, concerti gratis, eventi, Florence Eye, La via dei presepi, mercatini di natale, Musica, notte di San Silvestro, Presepi, prosa, ruota panoramica firenze, Teatro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741