Skip to main content

Meteo: torna il freddo. Nel weekend attesa anche la pioggia

L’anticiclone ha le ore contate in Toscana e lascerà il posto ad una perturbazione atlantica che porterà la pioggia e la neve in montagna. Nessuna ondata di gelo in arrivo, è bene precisarlo. Ma si prevede un ritorno a condizioni climatiche in linea con la media del periodo.

Si apre con domani, giovedì 22 febbraio 2024 una fase di tempo perturbato che è destinata a insistere per un po’ di giorni sull’Italia: le piogge arriveranno prima al Nord per poi estendersi da venerdì anche al sud e al centro. Tornerà la neve sulle Alpi non a bassa quota e nel weekend è atteso inoltre un calo delle temperature.

E’ questo il quadro per i prossimi giorni secondo il meteorologo di Meteo.it Andrea Giuliacci, che spiega come il lato positivo è che le piogge porteranno un sensibile miglioramento della qualità dell’aria e sono utili per le zone che soffrono ancora di siccità. ”Siamo alla vigilia di un bel cambiamento – dice il meteorologo – una perturbazione raggiungerà l’Italia domani, giovedì 22, e porterà la pioggia su gran parte del Nord. Poi le piogge venerdì 23 si estenderanno anche al Centro e a gran parte del Sud e sabato 24 sarà una giornata ancora piovosa per questa perturbazione al sud. Tra l’altro si avvicinerà un’altra perturbazione che tra sabato e domenica porterà nuove piogge anche al Nord e a parte del centro”.

Prosegue Giuliacci: ”Ci attendono giornate nel complesso nuvolose e piovose quindi in cui pioverà praticamente tutti i giorni, quando al nord, quando al centro, quando al sud – aggiunge – tornerà la neve sulle Alpi ma non a bassa quota quindi nevicate al di sopra dei 1000-1500 metri”. ”Nel fine settimana è anche atteso un calo delle temperature non particolarmente intenso”, dice Giuliacci precisando che ”non arriverà il gelo”. ”Non avremo più temperature da seconda parte di marzo ma torneranno sui valori normali per questo periodo”, aggiunge.

”L’aspetto veramente positivo è che ci sarà un sensibile miglioramento della qualità dell’aria – sottolinea – Domani comincerà a migliorare ma i livelli di inquinamento rimarranno comunque piuttosto alti al nord, scenderanno ma ancora con concentrazioni piuttosto alte. Bisognerà attendere venerdì perché la pioggia e la maggior ventilazione portino poi a rimuovere la gran parte degli inquinanti che in questo momento riempiono l’atmosfera”.

Quanto alle condizioni meteo, passato il weekend, Giuliacci precisa: ”Difficile dirlo già oggi ma le proiezioni ci dicono che anche l’inizio della prossima settimana rimarrà piuttosto perturbato. Non si vede infatti l’alta pressione tornare a occupare l’Italia o comunque a lambire la nostra penisola e quindi proteggerla dal passaggio di perturbazioni – continua – Questo significa che magari non passerà una perturbazione organizzata ma che su gran parte d’Italia vedremo ancora delle nuvole o delle piogge”.

andrea giuliacci, freddo e pioggia in toscana, meteo, previsioni meteo


Ernesto Giusti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741