Skip to main content

Pontedera: ragazzina picchiata da branco di coetanee alla fermata del bus. Video sui social

Foto d’archivio

PONTEDERA (PISA) – L’episodio di violenza risalirebbe alle 13 del 17 febbraio scorso e sono in corso le indagini dei carabinieri che stanno cercando di individuare i responsabili (tutti minorenni). Un video che circola sui gruppi che rilanciano filmati di risse e scazzottate documenta l’aggressione ad un’adolescente a Pontedera nei pressi delle fermate degli autobus dello stadio dove ogni giorno salgono centinaia di studenti. La scena dura meno di 30 secondi: si vede una ragazzina picchiata da altre coetanee che la scaraventano a terra e continuano a colpirla con calci e pugni, fin quando un coetaneo si butta nella mischia e tenta di salvarla.

Intanto Fratelli d’Italia, insieme alla sua organizzazione giovanile Gioventù nazionale, esprime “profonda preoccupazione per l’ennesima rissa verificatasi al Villaggio Scolastico, dove è necessario incrementare i controlli anche alle fermate dei pullman dello stadio di Pontedera, perché è fondamentale garantire la sicurezza degli studenti tramite presidi di forze dell’ordine, nei momenti di maggiore affluenza dei ragazzi”.

Secondo FdI è inoltre “indispensabile che l’amministrazione comunale, passi dalle promesse ai fatti: i corsi per sensibilizzare i ragazzi sulle tematiche relative al bullismo, devono essere fatti in maniera seria e concreta e questo può essere fatto solo coinvolgendo attivamente gli studenti e le forze dell’ordine, per promuovere i valori del rispetto e dell’inclusione tra i ragazzi, accompagnandoli con corsi di formazione specifica per gli insegnanti per dotarli delle competenze necessarie per supportare al meglio i ragazzi e prevenire comportamenti violenti”.


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741