Skip to main content

Nuoro: bomba ad alto potenziale esplode nella notte davanti al comune di Ottana

NUORO – Un boato, nella notte, nel comune di Ottana, in provincia di Nuovo: dove è esplosa una bomba ad alto potenziale all’ingresso delmunicipio. Gravi danni alla facciata e ad alcuni uffici. Sul posto le forze dell’ordine e i vigili del fuoco, oltre agli artificieri dei carabinieri.

Da un primo sopralluogo dei carabinieri della Compagnia di Ottana e del Nucleo Investigativo di Nuoro, la bomba, posizionata intorno all’una di oggi 16 marzo 2024, era stata confezionata con 3-4 chili di esplosivo che hanno provocato ingenti danni alla parte esterna dell’edificio e al piano terra, mandando in frantumi vetri, porte e suppellettili.

L’edificio non avrebbe subito danni strutturali e da un primo esame esterno dei vigili del comando provinciale di Nuoro è stato giudicato agibile, anche se le prove di carico ai piani più alti del fabbricato, per avere la certezza dell’agibilità, saranno effettuate lunedì mattina.

Il sindaco del paese, Franco Saba, ha ricevuto la solidarietà di colleghi e amici e stamattina è arrivato a Ottana anche il Prefetto di Nuoro, Giancarlo Dionisi che ha convocato il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica per lunedì mattina alle 10.30.

“Quello che è successo è un fatto gravissimo e ho espresso la massima vicinanza al primo cittadino del paese – ha detto il Prefetto Dionisi -. Lunedì faremo il punto della situazione nel comitato per la sicurezza pubblica, ma posso dire che questa non è una zona calda: l’ultima bomba ai danni di un amministratore risale al 2010, si è trattato quindi di un fulmine a ciel sereno. Naturalmente faremo i nostri approfondimenti sia per giungere al più presto a una soluzione del caso, sia per capire cosa cova in paese dietro questo attentato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741