Skip to main content

Firenze: al Teatro Verdi il Concerto di Pasqua dell’ORT con Mario Brunello e Otto Tausk

Mario Brunello (diffusione foto ufficio stampa)

FIRENZE – A Firenze il Concerto di Pasqua dell’Orchestra della Toscana (ORT) sarà giovedì 28 marzo alle 21; sul podio l’olandese Otto Tausk, al suo debutto con l’ORT, mentre il solista nel Concerto n.1 per violoncello e orchestra op.33 di Camille Saint-Saëns sarà Mario Brunello. Il programma si completa con Märchen von der schönen Melusine op.32, Ouverture di Felix Mendelssohn-Bartholdy e la Sinfonia n.3 D 200 di Franz Schubert. Le altre date sono martedì 26 marzo alle 21 a Sarzana, Teatro degli Impavidi, mercoledì 27 alle 21 al Teatro Goldoni di Livorno e venerdì 29 alle 21 al Teatro Garibaldi di Figline Valdarno.

Il cambia il programma nella prima parte, che originariamente prevedeva il doppio concerto di Brahms con Brunello al violoncello e Francesca Dego al violino, è dovuto a esigenze di salute: avrebbe dovuto essere l’ultimo impegno sul palco della Dego prima dello stop per terminare la gravidanza, ma è stata messa a riposo dai medici un po’ prima.

Dopo essersi fatto le ossa come assistente di Valery Gergiev alla Filarmonica di Rotterdam, Tausk è stato nominato direttore musicale della Vancouver Symphony, e consulente artistico, nella città canadese, della VSO School of Music, qualcosa di simile alla nostra Scuola di Musica di Fiesole.

Mario Brunello eseguirà il Concerto n.1 per violoncello e orchestra di Camille Saint-Saëns, brano composto tra il 1872 e il 1873 per esaltare le qualità virtuosistiche di Auguste Tolbecque, al quale l’opera è dedicata. Brunello, talento eclettico e anticonformista, dopo la vittoria al più prestigioso concorso musicale del mondo, il “Čajkovskij” di Mosca, non si è mai accontentato di una carriera che corre lungo i consueti binari del concertismo internazionale ed ha ramificato la sua curiosità in molte direzioni. 

Ad aprire la serata l’ouverture de La fiaba della bella Melusina, opera di Felix Mendelssohn Bartholdy ispirata dal mito dell’omonima fata delle acque composta nel 1834-35 che l’autore considerava come la più perfetta e la più melodiosa delle sue ouvertures.  Completa il programma la Sinfonia n.3 D 200, una tra le più ispirate e vivaci tra le sinfonie di Franz Schubertcomposta nel 1815, poco dopo il suo diciottesimo compleanno. Originariamente concepita per essere eseguita da un’orchestra non professionistica diretta dal violinista Josef Prohaska. In questa orchestra Schubert suonava la viola e si suppone che la sinfonia venne eseguita per la prima volta in privato.

martedì 26 marzo 2024 ore 21:00 – Sarzana, Teatro degli Impavidi
mercoledì 27 marzo 2024 ore 21:00 – Livorno, Teatro Goldoni
giovedì 28 marzo 2024 ore 21:00 – Firenze, Teatro Verdi
venerdì 29 marzo 2024 ore 21:00 – Figline, Teatro Garibaldi

Durata 80′ circa (compreso intervallo)

Biglietti Firenze: Studenti €5,00 Under 30 €10,00 Ridotto €18,00* Intero €22,00 +€2,00 se acquistati in prevendita / In vendita alla Biglietteria del Teatro Verdi, nei punti vendita del circuito Box Office e Ticketone e online su Ticketone.it

Concerto di Pasqua, Firenze, Mario Brunello, Musica, Orchestra della Toscana (ORT), teatro garibaldi di Figline, Teatro Goldoni di Livorno, Teatro Verdi di Firenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741