Skip to main content

Firenze: Museo Novecento inaugura 5 residenze per artisti nel complesso delle ex-Leopoldine

FIRENZE – Inaugurate a Firenze le nuove residenze per artisti e curatori nel complesso delle ex-Leopoldine in piazza Santa Maria Novella: quattro giovani artisti e una curatrice vivranno e lavoreranno all’interno delle residenze per i prossimi sei mesi, poi esporranno il loro lavoro alla Manifattura Tabacchi. Si tratta della prima edizione del programma di residenze del Museo Novecento, «Wonderful! Art Research Program 1st edition – Maria Manetti Shrem» per la quale sono arrivate oltre 170 candidature da artisti italiani e stranieri. I giovani selezionati sono: Friedrich Andreoni, Lucia Cantò, Benedetta Fioravanti, Giovanna Repetto e le curatrice Benedetta Casini.

L’intervento di restauro delle ex-Leopoldine ha interessato due unità immobiliare, disposte su tre livelli, che ora possono ospitare cinque persone. All’ingresso delle residenze, al piano terra, il murale dello street artist Nemo’s che critica la mercificazione della città. Per il sindaco di Firenze, Dario Nardella, “nasce oggi una vera e propria cittadella delle arti contemporanee in città, un progetto davvero innovativo grazie al quale Firenze aprirà le sue porte a giovani artisti e curatori italiani e stranieri sostenendo il loro percorso di crescita professionale e ponendosi al livello di tutte le più grandi capitali culturali”.

Per il direttore del Museo Novecento, Sergio Risaliti, “il sistema dell’arte italiano fatica nel sostenere ricerca e sperimentazione, quindi offrire residenze e un aiuto tangibile alle nuove generazioni di artisti e di curatori rappresenta un ulteriore successo nella politica culturale cittadina. Questa è la vera Firenze rinascimentale, quella che dimostra nei fatti di essere ancora laboratorio e casa delle avanguardie e non vetrina e palcoscenico di passaggio”. Maria Manetti Shrem, filantropa che ha sostenuto il progetto, ha detto di aver “sottoscritto con grande entusiasmo questo nuovo progetto di artisti in residenza perché nello specifico si rivolge alla formazione dei giovani”.

ex-Leopoldine, Firenze, giovani artisti, Museo del Novecento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741