Skip to main content

Tramvia, Marcheschi e Cellai: “Nardella, giù le mani da Campo di Marte”

Un convoglio della tramvia in servizio

FIRENZE – Paolo Marcheschi, senatore fioretino di Fratelli d’Italia, e Jacopo Cellai, capogruppo del partito in Fratelli d’Italia, ammoniscono Nardella: non serve la tramvia al Campo di Marte.

“Nardella _ scrivono i due esponenti di Fdi in una nota – è ormai prossimo a lasciare la guida di Firenze, ma non molla sulla ‘cura del ferro’ imposta dal Pd alla città a danno delle reali necessità dei cittadini. Prenda atto che il modello tranviario con pali e binari è un tipo di infrastruttura obsoleta e sbagliata, che contribuisce allo spopolamento e alla desertificazione dei quartieri. Ha copiato progetti ormai abbandonati da altre città e che hanno, fra l’altro, assi viarie molto più grandi rispetto a Firenze”.

E ancora: “Essere primo cittadino della nostra città esige una visione moderna ma che, al contempo, rispetti canoni di estetica e di vivibilità per i propri cittadini. L’ostinazione per la linea piazza Libertà-Rovezzano, che stravolgerebbe Campo di Marte, è segno di arroganza e di mancanza proprio di visione per la città. Ricordiamo che in democrazia non vince chi pratica le politiche del ‘senza se e senza ma’: sarà il nuovo sindaco eletto ad avere il diritto di scegliere se realizzare o meno quella linea che porterà da viale Don Minzoni a Rovezzano e che, al momento, ha visto solo sorgere molti pali invasivi e comporterà l’abbattimento di troppi alberi”.

Cellai, Firenze, Marcheschi, nardella, tramvia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741