Skip to main content

Inchiesta Liguria: Toti interrogato dai pm nella caserma della Guardia di Finanza

Giovanni Toti in una foto d’archivio

GENOVA – E’ cominciato, nella caserma della Guardia di Finanza del porto di Genova, l’interrogatorio di Giovanni Toti. Il presidente della Regione Liguria, ai domiciliari per corruzione dal 7 maggio scorso, aveva chiesto – tramite il suo legale – di essere sentito per rispondere alle contestazioni che gli muove la procura.

.Si annuncia un interrogatorio lungo e circostanziato e che potrebbe prolungarsi anche fino a domani, 24 maggio 2024. Al momento, da quanto emerso, non sarebbero state depositate memorie difensive che potrebbero tuttavia essere allegate in seguito al termine dell’interrogatorio, su valutazione dei legali. 

La richiesta era arrivata dopo che si era avvalso della facoltà di non rispondere. Oggi, ad ascoltarlo, i pm Manotti, Monteverde e Miniati.  

Toti è entrato in porto dal varco di via dei Pescatori, alla Foce. L’interrogatorio si svolge nella sede del Roan della Guardia di finanza, il reparto operativo aeronavale. Poco prima in area portuale, attraverso il varco di piazza Cavour, erano entrati i sostituti procuratori.

genova, pm, Toti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741