Stop agli spostamenti non essenziali

Paesi Ue: frontiere aperte ma test e quarantena per i viaggi. Nascono in Europa zone rosso scuro

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Economia, il Blog di Sandro Bennucci, Politica, Primo piano, Salute e benessere

Ursula von der Leyen: «Al fine di mantenere le nostre frontiere interne e esterne aperte, servono misure mirate che ci mantengano in sicurezza. Dobbiamo ridefinire la nostra mappatura per individuare le aree ad alto rischio, introducendo una categoria rosso scura. Alle persone che partono da zone rosse scure possono essere chiesti test prima di partire e la quarantena dopo l’arrivo. Tutti i viaggi non essenziali devono essere altamente scoraggiati»