La proprietà a un fondo d'investimento

Firenze, La Nazione: ceduta la sede di Viale Giovine Italia progettata dall’architetto Spadolini

di Redazione - - Cronaca, Economia

La sede de La Nazione

La sede de La Nazione, nel viale della Giovina Italia

BOLOGNA – Sottoscritto tra Poligrafici Real Estate, Poligrafici Editoriale e Bnp Paribas Real Estate Investment Management – in nome e per conto del fondo Pacific 1 – il contratto preliminare di compravendita e locazione per la storica sede de La Nazione, il complesso immobiliare di viale Giovine Italia a Firenze inaugurato nel  1966, pochi mesi prima dell’alluvione. Da anni ospita anche altri uffici oltre al quotidiano e fu anche sede dell’ANSA regionale della Toscana, fino al 1999. Il rogito – si legge in una nota del gruppo editoriale – verrà stipulato entro il prossimo 23 dicembre al valore complessivo di 36,3 milioni e verrà realizzata una plusvalenza lorda consolidata di 18 milioni. La compravendita – chiosa la nota – è soggetta ad alcune clausole sospensive.

SEDE – La storica sede de La Nazione venne realizzata fra il 1961 e il 1966 su progetto dell’architetto Pier Luigi Spadolini. Poco dopo la sua inaugurazione ufficiale il palazzo venne invaso dalle acque dell’Arno, il 4 novembre 1966. Costruito dove una volta c’era il vecchio teatro-giardino ‘Alhambra’, l’edificio è composto di quattro distinti corpi di fabbrica che spaziano dal viale Giovine Italia a largo Annigoni. Ben presto divenne uno dei simboli della Firenze degli anni ’60-’70, in pieno sviluppo, con personaggi come lo stesso Spadolini impegnati a far crescere la città. L’architetto fiorentino usò qui, per la prima volta in modo così esteso, quella che divenne una delle sue caratteristiche principali e distintive: ‘l’architettura prefabbricata e la costruzione con pannelli’.

SPADOLINI – Un progetto studiato nei minimi particolari per accogliere il trasferimento nei locali dell’intero corpo redazionale del giornale ma anche delle rotative: per decenni il giornale principale di Firenze è stato stampato in questo edificio a qualche centinaio di metri dall’Arno e dal centro storico. Il ricorso esteso alla prefabbricazione Spadolini lo utilizzerà pochi anni più tardi anche per la progettazione del Palazzo degli Affari in piazza Adua, sempre a Firenze. Da molti anni circolavano voci sulla possibile trasformazione dell’intero complesso, dove La Nazione ora occupa solo una parte e dove, secondo quanto si apprende, comunque la redazione continuerà a lavorare.

REDAZIONE – Il comitato di redazione, a nome del corpo redazionale, de La Nazione «auspica che l’intesa raggiunta garantisca il mantenimento per diversi anni ancora della sede del quotidiano negli attuali locali, anche se l’autorevolezza di un giornale non risiede tanto nella sua collocazione quanto nella professionalità, nell’impegno e nella serietà di chi vi lavora. Impegno che La Nazione, testata fra le più antiche d’Italia e patrimonio della città di Firenze e della toscana tutta, porta avanti dal 1859».

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.