In affitto, fino a 50 anni, 11 immobili

Fari d’Italia: 39 offerte per riqualificarli. Anche al Giglio e alle Formiche di Grosseto

di Redazione - - Cronaca, Cultura, Economia

Stampa Stampa
Faro-Formiche

Il Faro sull’isolotto delle Formiche (Grosseto)

ROMA – È boom di offerte per il primo bando di gara in Italia che propone in affitto, fino a 50 anni, 11 fari di proprietà dello Stato. Alla scadenza – comunica il Demanio – sono arrivate, infatti, 39 proposte per il recupero e il riuso di un primo portafoglio di fari di pregio storico e paesaggistico lungo le coste italiane. Il bando di gara, appena concluso, ha visto una grande partecipazione del territorio, ma anche dell’associazionismo sociale e ambientale, dell’imprenditoria immobiliare e di investitori esteri.

In particolare, per i fari in gestione all’Agenzia del Demanio le offerte si sono così distribuite:  3 per il Faro di Brucoli ad Augusta (Sr), 6 per il Faro di Murro di Porco a Siracusa (Sr), 4 per il Faro di Capo Grosso nell’Isola di Levanzo – Favignana (Tp), 3 per il Faro di Punta Cavazzi ad Ustica (Pa), 7 per il Faro di Capo d’Orso a Maiori (Sa), 6 per il Faro di Punta Imperatore a Forio d’Ischia (Na), 3 per il Faro di San Domino alle Isole Tremiti (Fg).

Per quanto riguarda i fari gestiti dal Ministero della Difesa, sono pervenute: 2 offerte per il Faro Punta del Fenaio e 2 per il Faro di Capel Rosso sull’Isola del Giglio (Gr), 3 per il Faro Formiche di Grosseto e nessuna offerta per il Faro di Capo Rizzuto a Isola di Capo Rizzuto (Kr).

Le proposte idonee saranno valutate innanzitutto secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, valutata con un punteggio pari al 60%. Ma la valutazione della proposta progettuale terrà conto di elementi qualitativi: soluzioni di recupero del faro, manutenzione, fruibilità pubblica, contributo allo sviluppo locale sostenibile e la possibilità di creare un network tra più strutture, attraverso una rete di servizi e attività condivise. In particolare i fari potranno accogliere iniziative ed eventi di tipo culturale, sociale, sportivo e per la scoperta del territorio insieme ad attività turistiche, ricettive, ristorative, ricreative, didattiche e promozionali.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.