Solo negli ultimi due giorni Rocca Salimbeni ha perso il 28%

Borsa, banche a picco. In 6 mesi Monte dei Paschi di Siena -60%, Carige -52,7%, Banco Popolare -40%, Unicredit -36,2%, Intesa -24,5%

di Redazione - - Economia, Primo piano

Stampa Stampa

Giorni caldi questi per la Fondazione del Monte dei PaschiMILANO – Secondo giorno consecutivo, martedì 19 gennaio, di crollo verticale in Borsa per il titolo Monte dei Paschi di Siena, dopo il lunedì nero di ieri: a Piazza Affari, dopo numerose sospensioni per eccesso di ribasso, Mps ha chiuso a 0,65 euro ad azione (-14,37%), costringendo la Consob a bloccare, fino alla seduta di giovedì 21, la vendita allo scoperto dei titoli di Rocca Salimbeni.

MILIARDI IN FUMO – La banca capitalizza adesso 1,9 miliardi di euro. Ma a giugno scorso c’era stato un aumento di capitale da 3 miliardi: tutto ormai bruciato. Mentre 1,23 euro era stata la quotazione nell’ultima seduta del 2015: oggi quasi il 50% in meno, oltre il 28% in due giorni.

SEMESTRE NERO – Ma quello trascorso è stato finora un vero e proprio semestre nero per le banche italiane. Dallo scorso luglio, ovvero da quando il Ftse Mib aveva riagganciato la soglia dei 24 mila punti che non si vedeva dal crac di Lehman Brothers del settembre 2008, la Borsa di Milano ha perso il 21%. Monte Paschi ha perso il 60%.

CARIGE, UNICREDIT, INTESA – Forti vendite – negli ultimi sei mesi -, anche sull’altra sorvegliata speciale della Bce: Carige. Il gruppo genovese, che dovrebbe trovare un partner per uscire dall’incertezza, ha dimezzato il proprio valore (-52,7%) in Borsa, dove adesso vale circa 669 milioni di euro. Non va meglio alle due big: UniCredit ha ceduto il 36,2% e Intesa Sanpaolo 24,5%.

LE POPOLARI – Perdite significative – sempre complessivamente nell’arco degli ultimi sei mesi – anche per il fronte delle Popolari, nonostante l’atteso consolidamento del settore innescato dalla riforma del governo per per la trasformazione in Spa: il Banco Popolare ha perso il 40%, Ubi Banca il 37,7%, Bper il 37,3%, la Popolare di Milano il 21%. Tra le banche che hanno ceduto meno c’è infine Mediobanca (-20%).

 

 

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.