Plebiscito per il Segretario

Lega Nord: Matteo Salvini stravince le primarie del partito con oltre l’80% dei voti

di Paolo Padoin - - Cronaca, Politica

Stampa Stampa

MILANO – Il Segretario della lega Nord, Matteo Salvini, ha copiato Renzi e il Pd imbastendo le primarie per l’investitura del leader del movimento. E naturalmente ne è uscito trionfatore. Il risultato finale non dà adito a dubbi:  Salvini vince a livello nazionale con l’82,7% dei voti. Più contenuto il successo in Lombardia dove prende il 78%. Al voto in tutta Italia hanno partecipato circa 15mila militanti, con almeno un anno di iscrizione al partito. Questo il suo commento:  «Una sola parola: grazie. Abbiamo abbondantemente superato l’80% dei voti! Ora l’obiettivo è mandare a casa Renzi, Alfano, Boschi e Boldrini, bloccare l’invasione clandestina in corso, rilanciare lavoro e speranza in Italia. Se voi siete pronti, io ci sono. Insieme si vince».

Umberto Bossi, da sempre contrario alla gestione di Salvini e alle sue aperture verso il Sud, minaccia (ma nessuno gli crede) la scissione:  «Fuoriusciti ed espulsi hanno messo insieme un partito abbastanza grande, attorno a Roberto Bernardelli. Potrei valutare…».

I punti fermi del programma di Salvini sono chiari: stop immigrazione e ridiscutere i trattati Ue. Naturalmente ci sono da discutere le alleanze. Quella trovata lungo la strada con Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia è solida. Quella con Silvio Berlusconi meno scontata: «Non dobbiamo allearci a prescindere e a vita con Berlusconi. Io lavoro per un centrodestra unito e compatto per andare a governare. Però patti chiari e amicizia lunga».

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.