Skip to main content

Carrara: arrestato presunto rapinatore dell’ufficio postale di Avenza. In casa aveva un boa

CARRARA – E’ stato arrestato a Torino un 40enne, già noto alle forze dell’ordine, accusato di essere il presunto autore di una violenta rapina avvenuta a marzo 2024 nell’ufficio postale di Avenza, in provincia di Massa Carrara.

Durante la perquisizione nella casa dove vive nel capoluogo piemontese, i poliziotti, oltre a una trentina di grammi di hashish riconducibili a persone conviventi con il 40enne, hanno pure trovato un grosso boa.
Secondo quanto spiega la Questura di Massa Carrara in una nota, il 40enne sarebbe venuto ad Avenza, zona conosciuta per precedenti frequentazioni, per rapinare l’ufficio postale: quando avvenne il colpo c’era solo un impiegato che fu minacciato e percosso.

Poi la fuga con un magro bottino. Le indagini, condotte dal commissariato di Carrara e dalla squadra mobile avrebbero portato a ricostruire i passaggi di un’auto da subito sospetta ripartita immediatamente dopo la rapina alla volta di Torino e a individuare nel 40enne il presunto responsabile, destinatario poi di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip apuano.

I poliziotti hanno quindi raggiunto Torino per eseguire la misura: quando hanno fatto irruzione nella sua abitazione, il 40enne si sarebbe dato alla fuga per il centro della città a bordo di un furgone venendo infine fermato, con l’aiuto degli agenti torinesi, dopo un inseguimento. Infine la scoperta, in casa, del boa.

presunto rapinatore, serpente boa, ufficio postale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741