Da Einaudi ai Clannad

Weekend in musica. E a luglio gli Skunk Anansie

di Marco Ferri - - Eventi

Skunk Anansie

FIRENZE – E’ di queste ore l’annuncio che gli Skunk Anansie saranno in tour in Europa nel periodo estivo e faranno tappa per ben cinque date in Italia. Una di queste – il 16 luglio – vedrà protagonista Skin e la sua band all’Obihall di Firenze. Si tratta di un primo “assaggio” di Estate Fiorentina e se son rose…

Intanto quello che inizia domani (venerdì) sarà per Firenze un lungo weekend di concerti. Ce ne sarà per tutti i gusti. Ma andiamo con ordine. Si comincia venerdì 15, alle 20.45, con il live di Ludovico Einaudi che si esibirà al Teatro Verdi. Il nuovo tour europeo del pianista torinese si svolge fino ad aprile e, alla fine, avrà toccato 26 delle maggiori città europee. In Italia previste sole tre date tra cui quella di Firenze.  Prezzo dei biglietti da 17.50 a 40 euro.

Venerdì e sabato saranno due serate di fuoco anche all’Auditorium del Poggetto: venerdì 15, infatti è in programma il live di Joe Spencer Blue Explosion, uno dei personaggi più importanti del Rock Indipendente degli ultimi venti e passa anni (apertura ore 21.30, ingresso 18 euro); la sera seguente torna Tonino Carotone, “El Maestro dell’Ora Brava”, lo zingaro di Pamplona, collaboratore e mito personale di Manu Chao (apertura ore 21.30, ingresso 10 euro).

Sabato 16 l’attenzione si sposterà alla Pergola che eccezionalmente sarà teatro di una serata di grande jazz. Con inizio alle 21.15, è infatti in programma il live del Living Coltrane quartet con Enrico Rava, e comprendente Stefano Cantini (sax), Ares Tavolazzi (basso), Francesco Maccianti (piano), Piero Borri (batteria). “Living Coltrane” è un progetto ideato da Stefano Cantini, una dichiarazione d’amore del sassofonista di Follonica alla musica di uno dei più grandi musicisti jazz di ogni tempo. Special guest di questo progetto è Enrico Rava, indubbiamente il jazzista italiano più conosciuto a livello internazionale. Musicista rigoroso e strumentista raffinato, è capace di suonare nei più disparati contesti e di fondere nel suo personalissimo stile influenze musicali molteplici, dalla musica sudamericana al funk.

Tra sabato e domenica appuntamenti da non perdere – sempre alla Pergola – ma con i concerti degli Amici della Musica. Sabato 16 alle 16 è in programma il ritorno del celeberrimo violinista Gidon Kremer, solista e maestro concertatore con la Kremerata Baltica, formazione strumentale che porta in sé il nome del suo creatore, che proporranno un programma che spazierà dalla musica dell’Est a Piazzolla. Domenica 17, sempre alla Pergola ma alle 21, il ciclo Il mondo del Quartetto arricchisce la sua galleria di formazioni cameristiche prestigiose con il Quartetto Tackács, quattro archi ungheresi di storica e consolidata fama che proporrà brani “Nel nome di Brahms”.

Infine lunedì 18, all’Obihall, appuntamento alle 21 con il concerto dei Clannad. Con una carriera che si sviluppa ormai attraverso quattro decadi, i Clannad sono riusciti a trovare negli anni la formula magica per unire la tradizione alla musica moderna, il passato con il futuro. La pozione fatta di voci celestiali e di canzoni che arrivano direttamente all’anima, ha portato la formazione irlandese a vendere oltre quindici milioni di copie in tutto il Mondo. Diversi i riconoscimenti ottenuti, tra cui l’ambito premio “World Song of the Year” di Billboard nel 1992 e un Grammy come migliore album new age nel ’99. A casa loro, in Irlanda, hanno già ben due premi alla carriera.

Tag:

Marco Ferri

Marco Ferri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: