Acceso botta e risposta in aula

Mondiali di ciclismo: paura per i cantieri. Bagarre in Consiglio tra il Pdl e Mattei

di Giulia Ghizzani - - Politica

Polemica sui cantieri per i Mondiali di Ciclismo a Firenze

Polemica sui cantieri per i Mondiali di Ciclismo a Firenze

FIRENZE – Sarà il più grande evento sportivo mai ospitato in città, con una ricaduta di 12 milioni di euro di investimento sulle strade. Firenze si prepara ad accogliere – fra cantieri in apertura e interventi vari – i Mondiali di ciclismo Toscana 2013: un appuntamento importante per l’economia del territorio ma certo significativo anche dal punto di vista dell’impatto che produrrà sul capoluogo in termini di viabilità e circolazione. I primi disagi iniziano già a farsi sentire: come riferito oggi in Consiglio comunale dall’assessore Mattei, diverse strade interessate dal passaggio dei professionisti debbono essere rifatte già adesso per rispettare le richieste dell’Unione ciclistica internazionale, che impone al Comune di sistemare i fondi stradali a partire da circa due o tre mesi prima della manifestazione. “Con tutte le difficoltà che ci saranno – ha sottolineato Mattei – vi comunico comunque che l’amministrazione è in grado di fare a Firenze km di strade. Questo centro storico – ha ammesso – non era pronto per un evento di questa portata”.

Ed è proprio sulla tempistica e la “scarsa trasparenza” nei confronti degli abitanti interessati dal percorso di gara che il capogruppo del Pdl in Palazzo Vecchio Marco Stella ha puntato il dito contro il Comune e, in particolare, contro Mattei. In aula si sono quindi registrati attimi di tensione e un acceso botta e risposta tra i due rappresentanti politici.

“Oggi l’assessore Mattei ha confermato di non essere all’altezza del compito che gli è stato affidato, non ha fornito nessuna risposta alle domande che gli abbiamo fatto, ma la cosa più grave non ha risposto ai cittadini che erano venuti in Consiglio comunale ad ascoltare le risposte. Sono due anni – ha esordito Stella – che si parla dei mondiali di ciclismo, immaginiamo che il cronoprogramma dei lavori stradali sia già pronto da tempo, che le strade siano state tutte individuate: perché non si avverte la cittadinanza dei disagi in tempo? Perché non si provvede ad inviare ai residenti e ai commercianti delle zone coinvolte un volantino con le aree interessate dai cantieri e con i tempi degli interventi? Sarebbe un aiuto per chi deve organizzarsi e migliorerebbe il rapporto tra amministrazione e fiorentini. I mondiali di ciclismo saranno una vera opportunità per questa città, ma dobbiamo mettere in campo tutte le forze e gli accorgimenti – ha concluso – per ridurre al minimo i disagi per i fiorentini”.

Pronti invece a difendere Mattei e il lavoro della giunta sia i consiglieri di Fli che il gruppo Noi con Matteo Renzi. “Siamo grati all’assessore Mattei per la professionalità con la quale sta operando nel progetto di preparazione dei Mondiali di Ciclismo. Il nostro gruppo consiliare – hanno precisato i consiglieri di Fli – invita dunque l’assessore a continuare nel buon lavoro che sta facendo per il bene di tutta la città di Firenze”. Giocoli e Pieri hanno invece definito “miope” la polemica sollevata in aula: riduttivo, dal canto loro, “farne solo una questione di disagi per i cantieri” senza valutare i benefici complessivi che la competizione porterà in Toscana e a Firenze.

 

 

Tag:,

Giulia Ghizzani

Giulia Ghizzani

Giornalista

Commenti (1)

  • Emanuele Lebrun

    |

    Per evitare spiacevoli crolli, disastrosi se durante la corsa, sarebbe opportuno oltre che asfaltare anche controllare i muri pericolanti sulla via Bolognese! Un recente crollo nel tratto di gara non e’ neanche stato fatto ripristinare immediatamente ma si è concessa la sola messa in sicurezza (parziale xchè quando piove arrivano fiumi di fango sulla strada!). Oltretutto il Comune non si e’ neanche preoccupato di verificare che lo sgombero delle macerie avvenisse in discariche apposite, ma ha concesso al proprietario di smaltire abusivamente …di fronte a casa mia). Ho interpellato ARPAT che mi ha risposto che si tratta di competenza comunale! Evvaiii Italietta, rifacciamoci sempre solo il trucco senza mai pensare alla sostanza, tanto il 29 Settembre sarà tutto finito e allora …..

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.