Skip to main content
Il gruppo di

Teatro Lumière di Firenze, ecco la nuova stagione

Il gruppo di
Il gruppo di “Non c’è due senza te”

FIRENZE – E’ stato inaugurato oggi, giovedì 6 giugno, il nuovo cartellone 2013-2014 del teatro Lumière di Firenze. Il quarto dalla sua apertura, il che testimonia – per la sala fiorentina – un indubbio percorso di crescita che in tre anni ha visto aumentare pubblico e abbonati.

Sotto la direzione artistica di Marco Predieri, il Lumière guarda così al nuovo anno che verrà, con dodici titoli in abbonamento, tutte produzioni di richiamo nazionale, e tra di esse ben tre prime assolute. Un impegno sostenuto unicamente da risorse private, con i contributi fondamentali di Unicoop Firenze e Banca di Credito Cooperativo di Pontassieve.

IL CARTELLONE

  • Novecento di Baricco. Il sipario si alzerà l’otto dicembre su “Novecento” di Alessandro Baricco, portato in scena da un interprete raffinato e ricercato della scena nazionale Corrado d’Elia (repliche fino domenica 10 novembre). «Il filo rosso della stagione – sottolinea il direttore artistico Predieri – è la contemporaneità, tutti gli spettacoli portano la firma di autori viventi e tutti, eccetto un caso, sono italiani. La proposta è molto varia ma appunto è unita da alcuni fondamentali per noi imprescindibili, la qualità degli spettacoli, l’esigenza di divertire in modo intelligente, donando anche un po’ di sana leggerezza ma senza mai in nessun caso rinunciare a stuzzicare le coscienze e la riflessione».
  • La “poetessa delle note”. Con questo spettacolo, Mariella Nava promette qualcosa che va oltre il concerto. Partendo dalle sue canzoni (alcune vere e proprie pietre miliari della musica leggera italiana, da lei affidate ad altri interpreti come Mina, Renato Zero, Morandi, Bocelli o da lei stessa portate al successo) la cantautrice accompagnerà il pubblico in un viaggio fatto di parole, racconti di vita e suggestioni nel quale sarà affiancata anche da alcuni attori a sorpresa e dai suoi musicisti, per un appuntamento veramente unico (22 -23 novembre).
  • “Non c’è due senza te”. Scritta e diretta da Toni Fornari, ha come protagonisti due figli d’arte, Marco Morandi e Carlotta Proietti, accanto a Matteo Vacca e Claudia Campagnola (29 novembre – 1 dicembre). Una commedia brillante che tratta il tema della biandria, ovvero ha per protagonista una giovane donna sposata con due mariti, ovviamente l’uno ignaro dell’altro, che riesce a condurre abilmente la propria doppia vita finché non scoprirà di essere incinta, ma di chi?
  • “Signore in Trans”. Con Francesca Nunzi e Cinzia Berni, anche autrici e registe (13 -14 dicembre). A gennaio, dal 17 al 19, il concerto comico clownesco “Troppe Arie”, con Nicanor Cancellieri (flautista) e Franca Pampaloni (pianoforte) nei ruoli di due anziane sorelle concertistite, accompagnate in scena da una bandate, la soprano Silvia Laniado in “Troppe arie”.
  • Debutto da drammaturgo per il direttore Artistico Marco Predieri, autore e interprete, accanto a Manuelita Baylon ed Eleonora Cappelletti della commedia “Cuori matti” (31 gennaio – 2 febbraio). A seguire il ritorno del sempre acclamato Michele La Ginestra, protagonista e autore (assieme ad Adriano Bennicelli) di “Ti posso spiegare”, commedia brillante con Beatrice Fazi (la Melina del “Medico in famiglia”) e Maria Chiara Centorami (14-15 febbraio).
  • Un’altra presenza immancabile è quella dell’eclettica Michela Andreozzi, che regala al Lumière la prima nazionale del suo nuovo spettacolo “Non è un paese donne”, per la regia di Paola Tiziana Cruciani (21-23 febbraio).
  • A seguire Ennio Coltorti, protagonista e regista di “Colpo basso”, ultimo lavoro di Gianni Clementi, prolifico e molto apprezzato drammaturgo del nuovo teatro italiano. In scena anche Emilio Jesus Coltorti e Germano Gentile (7-8 marzo).
  • Un fiore all’occhiello è la presenza della signora Paola Quattrini, che arriva con “Oggi è già domani” di Willy Russel, con la regia originale di Pietro Garinei, l’ultima firmata per il Sistina e per lei dal grande maestro, e le musiche originali di Armando Trovajoli (14-16 marzo).
  • Da non perdere la brillantissima commedia scritta, diretta e interpretata da Diego Ruiz “La stranissima coppia”, che vede come protagonista femminile la spumeggiante Milena Miconi (28-30 marzo).

In chiusura, dal 4 al 6 aprile, un altro evento eccezionale, in esclusiva per la toscana, il musical “Valjean” da “I Miserabili” di Victor Hugo. Un successo nazionale che ha per protagonista Fabrizio Rizzolo, per la regia di Fulvio Crivello (entrambi sono autori del libretto) e con le musiche di Sandro Cuccuini. Lo spettaco sarà infermante suonato e cantato dal vivo. Al via la campagna abbonamenti, 11 spettacoli 110 euro (ridotto 100), 12 spettacoli 125 euro (ridotto 115). Per prenotare da subito abbonamento: prenotazioni@teatrolumiere.it. Per tutte le informazioni www.teatrolumiere.it

Arte, Teatro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741