Vittima una donna fiorentina aggredita da due nordafricani

Rapina violenta, malata costretta a fare trasfusioni

Le indagini per la rapina violenta sono seguite dai carabinieri di Firenze
Le indagini per la rapina violenta sono seguite dai carabinieri di Firenze

FIRENZE – Malata, costretta a trasfusioni a causa di una patologia del sangue. E’ stata picchiata al volto e ferita con un taglierino da due uomini che hanno tentato di portarle via scooter e borsa. Le trasfusioni le servono per bloccare  copiose emorragie ematiche. La donna, 44 anni, fiorentina, è affetta da una rara patologia di origine genetica che le tiene bassi i livelli dell’emoglobina. Dopo l’aggressione violenta ha perso molto sangue e ha avuto uno choc ematico importante.

Il tentativo di rapina, denunciato ai carabinieri, si è verificato a Tavarnuzze, nel comune di Impruneta (Firenze), dove due malviventi l’hanno accoltellata alle braccia e picchiata al volto. I carabinieri stanno cercando gli aggressori. Sarebbero, in base al racconto della donna, due nordafricani che le si sono parati davanti costringendola ad una frenata brusca. Un agguato vero e proprio, vicino a casa. Lei è caduta a terra ed è rimasta bloccata con una gamba sotto lo scooter. Uno dei due aggressori, nel tentativo di portarle via il mezzo, l’ha colpita con un ceffone e un pugno al volto che le hanno provocato una forte emorragia; l’altro l’ha ferita a un braccio con un taglierino tentando di tagliare la tracolla della sua borsa. La donna ha gridato e i due sono fuggiti quando si sono accese le luci delle finestre di alcune abitazioni.

rapina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080