Dopo due articoli molto critici sulla città

Lettera di Galgani a Le Figaro: avventati i giudizi su Firenze

Uno degli articoli di Le Figaro su Firenze
Uno degli articoli di Le Figaro su Firenze
Uno degli articoli di Le Figaro su Firenze

FIRENZE – Due articoli molto critici a distanza di pochi giorni su Firenze sono sembrati troppi al presidente della Camera di commercio della città toscana, Vasco Galgani, che ha scritto direttamente al direttore del quotidiano francese Alexis Brezet, per sottolineare che quanto di negativo scritto negli articoli sui percorsi di Dan Brown e sul calcio storico non sono certo la normalità.

“Fa piacere che Le Figaro abbia riservato molta attenzione a Firenze, perché sappiamo di vivere e lavorare in una città conosciuta e amata nel mondo. Proprio per questo sorprende che su un quotidiano che noi giudichiamo autorevole possano trovare luogo giudizi che rischiano di apparire come approssimativi e avventati sulla nostra cultura, le nostre imprese e le nostre tradizioni“, scrive Galgani, in una lettera aperta in italiano e francese al direttore del quotidiano Le Figaro.

Nel primo articolo pubblicato il 9 luglio scorso «Inferno: Dan Brown rivisita la Firenze di Dante», il quotidiano francese aveva parlato di una Firenze che «conta su questo best seller per dinamizzare un turismo in crisi» e soprattutto di «file d’attesa spaventose, venditori maleducati, commercianti truffatori, personale dei musei arrogante». Insomma, una fotografia tutt’altro che allettante della città alla quale poi è stata aggiunta un’altra puntata il 12 luglio particolarmente negativa sulla tradizione del calcio storico.

”Sappiamo che Firenze non è perfetta – ha aggiunto Galgani -, ma sappiamo anche che è amata dai francesi da generazioni e dispiace che qualche eventuale circoscritta brutta esperienza come la maleducazione di un commesso o una coda più lunga del dovuto possano essere elevate a normale consuetudine per Firenze. Così non è, anzi proprio la professionalità e l’accoglienza dei nostri operatori sono riconosciute e famose nel mondo“.

Galgani non è nuovo alla difesa di Firenze a livello internazionale. Nel 2010 toccò a lui rispondere a un attacco che arrivava, questa volta, dai quotidiani tedeschi che si lamentavano della qualità turistica a Firenze e in Toscana.

Secondo Galgani “proprio su questi fattori le categorie economiche, anche attraverso la Camera di commercio di Firenze, da anni stanno puntando per rendere i nostri servizi sempre più d’eccellenza e di qualità. Lo sanno bene i milioni di turisti che frequentano Firenze arrivando da ogni angolo del mondo e che, quando se ne vanno, non vedono l’ora di tornare nella città che ha elevato la bellezza a standard di vita”.

Turismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080