Ricevuti a Palazzo Medici Riccardi i protagonisti di recenti operazioni di successo

Sicurezza in città: il prefetto ringrazia polizia e carabinieri

di Redazione - - Cronaca

L'incontro di stamani del prefetto Varratta con polizia e carabinieri

L’incontro di stamani del prefetto Varratta con polizia e carabinieri

FIRENZE – Il prefetto di Firenze Luigi Varratta ha voluto incontrarsi stamani a Palazzo Medici Riccardi i poliziotti della Squadra mobile che hanno sventato la rapina alla gioielleria di via del Parione a Firenze e con i carabinieri che, in servizio durante le notti della movida, hanno spento il falò di piazza Santo Spirito e l’incendio di un cassonetto a Sant’Ambrogio.

«Ho chiesto di incontrarvi – ha detto Varratta – per stringervi la mano e per ringraziarvi. Avete fatto il vostro lavoro e lo avete fatto bene». Il prefetto ha sottolineato la grande attenzione e capacità di intuizione degli uomini della Squadra Mobile che hanno sventato una rapina che si presentava come un assalto in grande stile condotto da sette malviventi armati di mazze e molotov. Parole di elogio anche per i carabinieri intervenuti per spengere un falò a Santo Spirito e un cassonetto dato alle fiamme a Sant’Ambrogio, incendio che avrebbe potuto avere serie conseguenze per la presenza di un’auto posteggiata lì accanto. «Le forze dell’ordine sono sempre vicine alla gente e questo la gente lo sta riconoscendo – ha aggiunto Varratta – perché l’altra sera alcune persone per strada mi hanno fatto i complimenti per le vostre operazioni». «Il territorio ha bisogno della nostra presenza – ha proseguito – e la qualità delle forze dell’ordine qui è alta. Firenze è una città meravigliosa e noi dobbiamo contribuire a mantenere la sua bellezza intervenendo contro tutto ciò che la deturpa. Lavorare al servizio della collettività – ha concluso il prefetto – ci deve rendere orgogliosi».

All’incontro hanno partecipato anche il comandate provinciale dei Carabinieri colonnello Andrea Taurelli Salimbeni, il vice questore vicario Loretta Bignardi e il dirigente della Squadra Mobile della Questura Lorenzo Bucossi.

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: