Skip to main content
L'Arpat controllerà l'inquinamento delle acque durante l'operazione di rotazione della nave

Concordia: rotazione della nave, controllo delle acque durante l’intervento

L'Arpat controllerà l'inquinamento delle acque durante l'operazione di rotazione della nave
L’Arpat controllerà l’inquinamento delle acque durante l’operazione di rotazione della nave

GROSSETO – Anche l’Agenzia regionale ambientale della Toscana seguirà tutte le fasi della rotazione del relitto della Concordia previste forse dall’inizio della prossima settimana. Arpat provvederà a campionamenti delle acque nell’area interessata sia durante la fase del ribaltamento del relitto o rotazione in assetto verticale, detta parbuckling, che nei giorni a seguire, per individuare l’inquinamento prodotto.

In seguito al naufragio di Costa Concordia, avvenuto il 13 gennaio 2012, Arpat ha emesso 160 bollettini relativi al monitoraggio delle acque vicine al relitto. «Durante la fase di rotazione –spiega Arpat- è previsto il rilascio di parte delle acque contenute al suo interno. Nelle scorse settimane sono stati prelevati 2000 metri cubi di tali acque e le analisi effettuate non hanno riscontrato problemi significativi».

Concordia, isola del giglio, mare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741