Divelgono una recinzione, tensioni

I bancarellai di Pisa non vogliono lasciare l’area del Duomo

di Redazione - - Cronaca

La protesta dei bancarellai di piazza dei Miracoli di Pisa

La protesta dei bancarellai di piazza dei Miracoli di Pisa

PISA – Conto alla rovescia con momenti di tensione per il trasloco delle bancarelle di souvenir in piazza dei Miracoli a Pisa. Lo sgombero coatto con la forza pubblica potrebbe essere eseguito lunedì.

Intanto gli ambulanti in sciopero della fame hanno divelto una parte della recinzione per l’apertura del cantiere per il restauro del museo delle Sinopie. E’ accaduto quando la polizia municipale ha comunicato che solo un rappresentante per ciascun banco avrebbe potuto accedere all’area recintata.

Gli ambulanti nei giorni scorsi avevano chiesto aiuto anche al Papa nella speranza di vedere finalmente risolta l’annosa querelle che li contrappone alle istituzione e relativa allo spostamento in altra sede delle attività commerciali. Una vasta porzione della piazza è da giorni stata transennata, impedendo ai clienti di avvicinarsi alle bancarelle, rinchiuse oltre il recinto, e fare acquisti ed i commercianti avevano esposto sopra le bancarelle dei maxi cartelli con la scritta: «Papa Francesco aiutaci tu». L’appello a Bergoglio in una lettera ufficiale inviata al Vaticano da Commissione Duomo (l’organismo di rappresentanza dei bancarellai), Confcommercio e Confesercenti.

Tag:, ,