Vent’anni dalla distruzione del Ponte di Mostar, incontro a Firenze

Negli anni '90 il ponte di Mostar distrutto durante la guerra
Negli anni '90 il ponte di Mostar distrutto durante la guerra
Negli anni ’90 il ponte di Mostar distrutto durante la guerra

FIRENZE – Il 9 novembre ricorre il ventennale della distruzione dello Stari Most, il Ponte Vecchio di Mostar. La distruzione del ponte rappresentò, anche simbolicamente, la definitiva separazione della città di Mostar in due parti, sancendo la fine di un sistema di convivenza tra le comunità alla base della creazione dell’ormai ex Jugoslavia. La tragedia di quel Paese e gli orrori della guerra furono anche all’origine di un grande impegno di solidarietà tra gli enti locali e la società civile italiana, e in particolare quella toscana, che continua ancora oggi.

Il 9 novembre è dunque in programma una giornata di dibattito a Palazzo Vecchio, dalle 10-17.30: si parlerà di pace in Bosnia Erzegovina, e dell’impegno della comunità internazionale e della Toscana verso il Paese.

L’evento si articolerà in due momenti: una conferenza che analizzerà i percorsi politico-sociali intrapresi dalla Bosnia Erzegovina nel dopoguerra, analizzando il persistere delle divisioni e individuando possibili percorsi di pacificazione; un convegno che ricordi il ruolo e l’impegno del volontariato toscano verso le popolazioni della Bosnia Erzegovina.

guerra, pace, palazzo vecchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080