Sfilano in 200 con striscioni e volantini: traffico in tilt

Firenze, protesta sui viali. «Stanchi di chi ci governa»

di Redazione - - Cronaca

Traffico bloccato sui viali a Firenze

Traffico bloccato sui viali a Firenze

FIRENZE. All’indomani della schiacciante vittoria di Matteo Renzi alle primarie del Pd, singolare protesta contro la classe dirigente di alcuni cittadini proprio a Firenze. Una sorta di corteo che sta mandando in crisi il traffico fiorentina sui viali è stato inscenato da poco più di 200 persone.

Il gruppo di manifestanti ha con sé diversi striscioni con slogan piuttosto chiari («Riprendiamoci l’Italia», «Ci state rubando la dignità, ora basta», «Non suicidarti ribellati») ma ha portato anche megafoni e trombette. Inoltre nello spartitraffico all’altezza della Fortezza da Basso è stato posizionato un manichino con avvolta la bandiera dell’Italia: «Simboleggia – spiegano gli organizzatori – il Paese intrappolato».

Non si tratta comunque di un movimento politico, anzi a un certo punto avevano fatto la loro comparsa anche alcune spille del Movimento 5 Stelle ma gli organizzatori del corteo ci tengono a non dare una connotazione politica a questa protesta: i simboli sono stati subito fatti togliere.

A manifestare ci sono molti cittadini comuni. Dagli avvocati agli studenti, dagli architetti ai pensionati o disoccupati. Stanno tutti distribuendo alcuni volantini. Gli unici momenti di tensione sono stati per alcuni vivaci scambi di opinioni con alcuni automobilisti che andavano di corsa, ma non c’è stato comunque bisogno dell’intervento della trentina di poliziotti che sta vigilando.

Arrivati pure da fuori città, i manifestanti, che hanno anche intonato a più riprese l’inno nazionale, hanno spiegato di non voler essere etichettati né come «forconi» né in nessun altro modo: la loro intenzione è semplicemente quella di far sentire la propria – trasversale – insoddisfazione per come stanno andando le cose in questo paese. Il sindaco e neo-segretario PD Renzi – che sta raggiungendo in queste ore Roma – ne sarà stato sicuramente prontamente informato.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.