Truffavano il gestore telefonico simulando vendite inesistenti

Figline: intestavano migliaia di sim card a clienti ignari. Denunciati

di Redazione - - Cronaca

Sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Figline Valdarno

Sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Figline Valdarno

FIGLINE VALDARNO (Fi)  – Hanno attivato, solo negli ultimi mesi, oltre 500 schede telefoniche prepagate intestandole a clienti ignari. Una truffa che permetteva ai titolari di un Centro Tim a Figline Valdarno di far figurare maggiori vendite per ottenere bonus e vantaggi commerciali dal gestore telefonico. Per generare poi traffico  – necessario all’attivazione – facevano poi dialogare tra loro i numeri «fittizi». Un sistema che sarebbe andato avanti da qualche anno, con migliaia di schede utilizzate solo a questo scopo e successivamente distrutte.

A interrompere questa attività sono stati i Carabinieri della Compagnia di Figline e Incisa Valdarno su segnalazione di un cittadino. Quest’ultimo andando sul proprio profilo telefonico su Internet aveva scoperto che a suo nome erano intestati cinque numeri telefonici, quando in realtà ne aveva acquistato uno solo. Da qui l’indagine dei militari che hanno fatto piena luce su quanto accadeva presso quel negozio, dove sono state sequestrate 500 schede appena «attivate». Per i due titolari, rispettivamente dell’età di 52 e 65 anni, incensurati, è scattata la denuncia a piede libero per truffa, sostituzione di persona e falsità in scrittura privata, dal momento che per registrare un nuovo numero utilizzavano gli estremi di documenti di identità di clienti all’oscuro di tutto.

L’azienda telefonica sta provvedendo a disattivare tutte le Sim card indebitamente messe in funzione. Sarà così più difficile – da oggi – che un ignaro cliente scopra più numeri nel suo profilo su Internet e, magari, debba giustificarne il motivo al coniuge.

 

Tag:,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: