Nell'ambito dell'operazione «Labyrinth»

Lucca e Viareggio, sequestrati 60 chili di pesce. Multe per 25 mila euro

di Redazione - - Cronaca

Un'unità della Guardia Costiera

Un’unità della Guardia Costiera

VIAREGGIO – Maxi sequestro della Guardia Costiera: in 74 ispezioni a grande distribuzione, ristoranti, pescherie, mercati, ambulanti e imbarcazioni sono stati messi i sigilli a 60 chili di prodotti ittici. Stilati 16 verbali amministrativi per un totale di circa 30 mila euro di sanzioni, nell’ambito dell’operazione «Labyrinth».

Multati due ristoranti della Versilia e tre nella provincia di Lucca, una pescheria e un supermercato a Viareggio perché offrivano prodotti confezionati con data di consumazione superata e li vendevano senza l’indicazione delle informazioni obbligatorie al consumatore (che sono nome del pesce, zona di pesca, metodo di produzione pescato/allevato, fresco/congelato).

Per tali violazioni, i prodotti sono stati posti sotto sequestro e comminate sanzioni da 3 mila euro a ciascun locale. Multati anche due pescatori: uno per mancanza della licenza di pesca professionale e l’altro per vendita illecita di arselle (telline) in strada.

Sempre nella stessa operazione, in mare sono state ispezionate diverse unità da pesca, riscontrando illeciti amministrativi per un totale di circa 5 mila euro di sanzioni. Le violazioni accertate riguardano la pesca illegale senza la prevista licenza con attrezzi riservati ai professionisti (reti da posta) nonché la pesca sportiva con attrezzi non consentiti. Non è stata rilevata invece nessuna infrazione per la pesca a strascico in zona vietata entro 3 miglia dalla costa.

 

 

Tag:, , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: