Firenze, la denuncia di un disoccupato: «Ho ricevuto 50 euro per votare Renzi»

Il Palazzo di Giustizia a Novoli
Il Palazzo di Giustizia a Novoli

FIRENZE – Sarà esaminata dalla procura di Firenze la denuncia di un disoccupato fiorentino di 43 anni che sostiene di esser stato contattato per votare Matteo Renzi alle primarie del Pd del dicembre 2013, che l’attuale premier vinse contro gli avversari Pippo Civati e Gianni Cuperlo.

Nella denuncia, il 43enne racconta di aver ricevuto 65 euro da un commercialista amico di Renzi nella casa del popolo Vie Nuove di viale Giannotti: 15 euro li girò per pagare la tessera del Pd, ma 50 li tenne per sé come ricompensa per il voto a Renzi.

L’esposto è all’attenzione del procuratore Giuseppe Creazzo e vi si riportano i nomi di altre tre persone che, secondo il 43enne, sarebbero state a conoscenza, anche loro, di questo scambio soldi-voto.

Tra queste, oltre all’ex fidanzata, due amici che avrebbero anche loro ricevuto il denaro in cambio del sostengo a Renzi. Il denaro gli sarebbe stato consegnato da un emissario di un commercialista amico di Renzi, presunto referente dell’operazione. Il denunciante però nell’esposto non fa il nome né del commercialista né del contatto che lo coinvolse nella vicenda mentre lavorava in una rosticceria.

Giuseppe Creazzo, matteo renzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080