Il candidato civatiano e l'impossibile impresa

Toscana, primarie Pd, Modica: a Renzi bastarono 2 mila firme per sfidare Bersani a me ne hanno chieste 9 mila

Luciano Modica, che sta tentando di raccogliere 9 mila firme per sfidare Enrico Rossi alle primarie del Pd toscano
Luciano Modica, che sta tentando di raccogliere 9 mila firme per sfidare Enrico Rossi alle primarie del Pd toscano

FIRENZE – E’  polemico, il professor Luciano Modica, ex rettore di Pisa, civatiano, che sta raccogliendo le firme per poter sfidare il governatore, Enrico Rossi, alle primarie del Pd per la presidenza della Regione. Dice: “Se potrò candidarmi alle primarie dipenderà dal numero di firme che riusciremo a raccogliere. Da parte del Pd è stato messo un numero altissimo di firme, noi faremo il possibile. Al nostro segretario nazionale Matteo Renzi, per fare le primarie contro Bersani, bastò raccoglierne 2 mila in tutta Italia. A me ne hanno chieste 9 mila per le primarie alla presidenza della Toscana”. Modica ha presentato  a Sesto Fiorentino  il suo ‘manifesto’.

Il tetto delle 9 mila firme “è un traguardo enorme e siamo lontani dal raggiungerlo ma questo non mi ferma – ha concluso – perché il mio obiettivo è quello di creare un dibattito nel Pd e in questo io e chi mi appoggia abbiamo già avuto un successo”.

civati, pd, primarie, renzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080