Anche il Comune contro la scelta della prefettura di Pisa

Immigrazione Santa Croce sull’Arno: gli abitanti protestano per l’arrivo di 70 profughi

di Redazione - - Cronaca

L'ex hotel Cristallo a Santa Croce sull'Arno

L’ex hotel Cristallo a Santa Croce sull’Arno

SANTA CROCE SULL’ARNO  – Più di 100 persone, tutti abitanti della zona, hanno sfilato stamani per le vie del centro di Santa Croce sull’Arno (Pisa) per dire no al possibile arrivo di 70 profughi in città dopo che una cooperativa romana si è provvisoriamente aggiudicata il bando di gara della prefettura per ospitarli nell’ex albergo Cristallo, in pieno centro storico. L’idea del corteo è nata su Facebook e presto ha raccolto numerose adesioni tra gli abitanti di santa Croce ed è culminata nella manifestazione di stamani. In piazza tante persone anche con opinioni politiche diverse che indossavano una pettorina gialla con la scritta “…Altri 70!? Adesso basta”. No all’arrivo dei profughi anche da parte dell’amministrazione comunale che ha criticato la scelta della prefettura di non interpellare gli enti locali e che nei giorni scorsi ha approvato a larga maggioranza una mozione contro l’arrivo dei richiedenti asilo. Martedì in prefettura si svolgerà una riunione con i sindaci e potrebbe essere il passaggio decisivo per capire come si concluderà la vicenda.

Dopo le segnalazioni di alcune associazioni del territorio pisano, la prefettura ha anche avviato approfondimenti sulla cooperativa ‘Tre Fontane’ di Roma che si è aggiudicata l’appalto incaricando le forze dell’ordine di svolgere accertamenti. Secondo quanto si è appreso, la cooperativa romana ha la sede legale allo stesso indirizzo di altre coop lambite dall’inchiesta ‘Mafia Capitale’ e uno dei suoi amministratori risulta essere tra gli amministratori anche delle altre coop che fanno parte del consorzio travolto dallo scandalo.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.