All’Istituto tecnico Industriale Leonardo da Vinci

Firenze: il calendario 2017 dell’Esercito Italiano. Presentato dall’Istituto geografico militare

di Redazione - - Cronaca, Cultura

FIRENZE – Presentato oggi dall’Istituto Geografico Militare presso l’Istituto tecnico Industriale Leonardo da Vinci a Firenze il calendario 2017 dell’Esercito Italiano, un calendario tecnologico che parla delle maggiori innovazioni nel periodo della Grande Guerra.

L’evento è stato coordinato dal colonnello Giovanni Dario, capo ufficio comunicazione IGM. Presenti il direttore generale dell’ufficio scolastico regionale, dottor Domenico Petruzzo,  il dirigente scolastico dottor Marco Paterni insieme a tanti studenti.

Proprio il colonnello Dario  ha definito la pubblicazione «al passo coi tempi», perché,  per la prima volta, contiene al suo interno dei codici QR (Quick Response) che permettono di approfondire con uno smartphone le 12 innovazioni tecnologiche che hanno caratterizzato il periodo bellico ’15 -’18 e che ancora oggi vengono utilizzate.

Si va dall’invenzione del Ponte istantaneo precursore dell’attuale ponte Bailey, ampiamente utilizzato dai genieri dell’Esercito in caso di pubbliche calamità, all’orologio da polso ribattezzato nel periodo bellico orologio da trincea e tante altre invenzioni come i prefabbricati di montagna, le vie d’acciaio o teleferiche, e le comunicazioni aeree.

Tra le invenzioni presentate, l’ufficiale ha evidenziato l’impiego attuale dei droni, evoluzione della fotogrammetria aerea, che sono utilizzati, sia nel contesto militare sia civile, come avvenuto recentemente nelle zone colpite dal sisma del centro Italia. Proprio in questo ambito, è stato ricordato l’impegno dell’Esercito che dal mese di agosto ha schierato, in concorso con le Prefetture e la Protezione Civile, oltre 1.000 militari e centinaia di mezzi e materiali su un’ampia porzione di territorio e con compiti diversi. Compiti che vanno dal soccorso alla popolazione civile al supporto tecnico, assicurato ai preposti organi civili, per la valutazioni dei danni alle infrastrutture pubbliche e private. Per finire, l’impegno nei compiti di   antisciacallaggio grazie alla flessibilità del dispositivo dell’operazione Strade Sicure.

Nel corso dell’incontro, un riconoscimento è stato consegnato allo studente più meritevole negli studi storici.

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: