Sono il gestore e aiutante del centro diving Abc di Talamone

Grosseto, Isole Formiche: processo per la morte dei sub, patteggiamento (due anni reclusione) per due degli imputati

di Redazione - - Cronaca

L'isolotto delle Formiche di Grosseto

L’isolotto delle Formiche di Grosseto

GROSSETO – Accolto, oggi, dal giudice Giovanni Muscogiuri del tribunale di Grosseto il patteggiamento a due anni di reclusione per Andrea Montrone e Maurizio Agnaletti, imputati di omicidio plurimo colposo per la morte di tre sub in Maremma: sono, rispettivamente, gestore e aiutante del centro diving Abc di Talamone (Grosseto). La struttura il 10 agosto 2014 noleggiò bombole per immersioni subacquee sature di monossido di carbonio a un gruppo di sub umbri diretti a un’escursione alle isole Formiche. Quando si immersero, le concentrazioni altissime di monossido di carbonio causarono la morte per intossicazione di Fabio Giaimo, Enrico Cioli e Gian Luca Trevani. L’accusa, portata avanti dal pm Arianna Ciavattini e le difese avevano trovato un punto di incontro sul patteggiamento a due anni.

Prosegue invece in modo autonomo il processo per Daniela Lucciola, legale rappresentante della Underwater Activity, azienda che gestiva il diving Abc di Talamone. La prima udienza di questo processo è fissata per il 13 marzo 2017 davanti al giudice Gian Marco De Vincenzi del tribunale di Grosseto.

Tag:, , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: