Nell’ultimo anno (2016) si sono registrati 1.387 casi

Salute: in Italia il numero più alto di casi di morbillo in Europa, dopo la Romania

di Camillo Cipriani - - Cronaca

ROMA – In Italia nell’ultimo anno (2016) si sono registrati 1.387 casi di morbillo: è il numero più alto in Europa, secondo solo al dato della Romania (2.702 infezioni) e ben superiore a quello di Germania (365), Polonia (145), Francia (126), Svizzera (105), Belgio (92) e Austria (89).

Dei 6.186 casi registrati in tutto il continente, quelli italiani rappresentano da soli oltre il 22% del totale. Sono alcuni dei dati più recenti che verranno diffusi in contemporanea con la Settimana Mondiale dell’Immunizzazione #VaccineWork, che l’Organizzazione mondiale della sanità promuove da oggi al 30 aprile. Nel periodo marzo 2016-febbraio 2017 risulta allarmante il rapido trend di crescita dei casi italiani di morbillo: si passa dai 265 di gennaio ai 419 registrati a febbraio. A dicembre 2016 erano 90, a novembre 84, a ottobre 76, a settembre 56.

Per monitorare e descrivere in modo tempestivo l’epidemia di morbillo in corso nel nostro Paese da gennaio 2017, il ministero della Salute e l’Istituto superiore della sanità hanno avviato la produzione di un’infografica settimanale che fornisce una panoramica sulla distribuzione dei casi segnalati al Sistema di Sorveglianza Integrata Morbillo e Rosolia, per Regione, per fascia di età e stato vaccinale.

Questo il sito, collegato all’Istituto superiore di sanità, dove consultare i dati: morbillo

Di seguito i dati principali nel periodo dal 1 gennaio 2017 al 16 aprile 2017:

1603 casi segnalati dall’inizio dell’anno
quasi tutte le Regioni (18/21) hanno segnalato casi, ma il 93% proviene da sette: Piemonte, Lazio, Lombardia, Toscana, Abruzzo, Veneto e Sicilia
l’88% dei casi era non vaccinato
la maggior parte dei casi è stata segnalata in persone di età maggiore o uguale a 15 anni (57% nella fascia 15-39 anni e 17% negli adulti >39 anni), con un’età mediana dei casi pari a 27 anni
il 27% dei casi è stato segnalato in bambini nella fascia di età 0-14 anni; di questi, 95 avevano meno di un anno di età
152 casi segnalati tra operatori sanitari
16 casi segnalati nell’ultima settimana (week 15 – W15: 10-16 aprile 2017).

Tag:, , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: