Polemica dopo la sentenza d'appello

Arezzo: Madre e figlia uccise da una Minicar, pena ridotta di 4 anni all’investitore

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

AREZZO – Era stato condannato a 9 anni e due mesi di reclusione per aver ucciso madre e figlia mentre era alla guida di una minicar. In appello la sua pena è stata ridotta di 4 anni. «E’ come se me le avessero uccise una seconda volta», ha detto il padre e marito delle vittime. Alexe Danute, romeno di 40 anni residente ad Arezzo, il 31 gennaio 2016 uccise Barbara Marzena Stiepen 50 anni e la figlia Letizia di 10 anni che stavano camminando sul marciapiede di ritorno a casa a San Leo frazione alle porte di Arezzo. In primo grado Alexe Danut era stato condannato per duplice omicidio colposo aggravato a nove anni e due mesi di reclusione. In appello ha ottenuto la riduzione di quattro anni per un totale di pena di 5 anni e 2 mesi.

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.