Toscana, trasporto pubblico: la gara finisce davanti alla Corte di giustizia europea

FIRENZE – Nuovo capitolo nella lunga controversia per la gara regionale del trasporto pubblico in Toscana, che vede fronteggiarsi Mobit (consorzio facente riferimento al gruppo Fs) e Autolinee Toscane (legate al gruppo francese Ratp, aggiudicataria della gara regionale), e che dopo un ricorso al Tar della Toscana e un appello al Consiglio di Stato, adesso finirà davanti alla Corte di giustizia europea. E’ quanto deciso proprio dal Consiglio di Stato, con ordinanza pubblicata oggi, che ha sospeso il giudizio sull’appello presentato da Mobit e scelto di rimettere, in via pregiudiziale, la questione alla Corte europea.

Tale decisione è legata all’interpretazione di alcuni aspetti del regolamento comunitario per quanto riguarda la possibilità per Ratp di partecipare a gare pubbliche in Italia, anche in rapporto alla durata, trentennale, della concessione del servizio. Aspetti sui quali il Tar della Toscana aveva espresso un parere a favore di Autolinee Toscane sottolineando che Ratp ha i requisiti per partecipate alle gare in Italia.

Corte europea, gara, ricorso, Toscana, tpl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080