Accuse dell'opposizione spiegazioni del Comune

Firenze, tramvia: botta e risposta fra consiglieri comunali (FI) e assessore Giorgetti

di Redazione - - Cronaca

Foto d'archivio risalente a qualche tempo faFIRENZE – Alcuni consiglieri di Forza Italia (Comune e Quartiere 5) hanno compiuto sopralluoghi alle linee 2 e 3 della tramvia e accusano il Comune. «Per le linee 2 e 3 della tramvia di Firenze ci sono evidenti ritardi e situazioni da rivedere per la sicurezza dei pedoni»: così i consiglieri  Cellai, Castelnuovo Tedesco, Mannelli, Delfino e Pieraccioni che hanno compiuto un sopralluogo di Ferragosto sui cantieri: «Nardella e Giorgetti raccontino ai fiorentini la verità sui tempi – ha detto il capogruppo di Forza Italia Jacopo Cellai-. Lo scorso febbraio il presidente di Tram Bartaloni confessò apertamente che, se ‘per la linea 3 non ci sono problemi, non altrettanto si può dire della 2, per cui probabilmente ci sarà un ritardo di due mesi. In effetti la linea 3 è a buon punto, dal capolinea dell’ospedale di Careggi a piazza della Costituzione ci siamo. Per la linea 2 invece è una bugia in piena regola raccontare di poter essere pronti a febbraio. Tutta la parte che va da Palazzo Mazzoni lungo viale Redi fino a via Gordigiani è appena agli inizi, il pezzo sulla curva in prossimità di via Zefferini / via Ponte all”Asse è tutto da fare e manca anche il tratto che si collega con via Cittadella – via Alamanni. E anche sull’altro versante della linea, dalla fine di via di Novoli all’aeroporto, dove il tram andrà in trincea, i lavori sono evidentemente ancora molto lontani dal completamento. Con una ciliegina sulla torta: nella parte finale di via di Novoli, sul marciapiede già stretto di suo, sono stati collocati i pali del tram appiccicati a quelli della luce, ed in vari tratti carrozzine dei portatori di handicap e passeggini per i bimbi dovranno fare la chicane per passare, strettissimi, nel mezzo, e dovendo fare molta attenzione a non scendere dal marciapiede perché le auto passeranno vicinissime ai pedoni data la ristrettezza della carreggiata».

Immediata la risposta dell’assessore Stefano Giorgetti: «Niente è cambiato rispetto ai mesi scorsi: l’unica data ufficiale per la fine dei lavori è quella del 14 febbraio e a questa ci atteniamo. Se dovessero emergere ritardi lo comunicheremo quando questi saranno scritti nero su bianco su documenti controfirmati. Gli allarmismi da 15 agosto non servono a nessuno. A fine agosto è già in programma una riunione con il concessionario Tram Spa, la direzione lavori e le ditte. Sarà questa l’occasione per fare ancora una volta il punto sull’andamento dei cantieri e il rispetto del cronoprogramma. I lavori comunque vanno avanti, anche in agosto. Nei giorni scorsi è iniziato il taglio di Palazzo Mazzoni e procede la realizzazione della trincea nell’area ferroviaria, sono in corso i lavori in zona Fortezza, l’attraversamento di viale Fratelli Rosselli è entrato nella seconda fase con il cantiere sul lato di via Alamanni solo per citarne alcuni. Quindi invito i consiglieri di Forza Italia a evitare gli inutili allarmismi da Ferragosto».

In merito infine alla questione della posizione dei pali dell’alimentazione in via di Novoli, l’assessore aggiunge: «I lavori sono eseguiti sulla base del progetto. Avevamo già avuto segnalazioni a riguardo e sono state inviate ai tecnici perché effettuino le opportune verifiche. Nel caso fossero stati commessi errori, saranno presi provvedimenti ad iniziare dalle modifiche di quanto già realizzato».

 

Tag:, , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: