Le indagini della procura

Firenze: uomo travolto da bus, l’autista non lo avrebbe fatto volontariamente

di Redazione - - Cronaca

FIRENZE – Non ci sarebbe stata volontà di fare del male da parte dell’autista del bus Ataf che la sera del 2 novembre scorso ha investito e ucciso un uomo di 54 anni a Bagno a Ripoli (Firenze), poco dopo che tra i due c’era stata una lite. Secondo quanto appreso, dalle indagini coordinate dalla procura fiorentina non sarebbero emersi elementi di dolo. L’autista, un uomo di 31 anni, resta indagato per il reato, colposo, di omicidio stradale.
La sera del 2 novembre il 54enne, che abita vicino alla fermata del bus, sarebbe sceso in strada e avrebbe iniziato a
litigare con l’autista, accusandolo di aver fatto rumore lasciando inutilmente il motore accesso durante la sosta.
L’autista del bus all’orario previsto avrebbe chiuso le porte e sarebbe ripartito. In questo frangente l’uomo, che continuava a protestare battendo le mani contro la carrozzeria, è stato travolto perdendo la vita sul colpo

Tag:, , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: