Non basta il divieto di espulsione

Firenze: Sinistra Italiana e associazioni chiedono i permesso di soggiorno per tutti i migranti gravemente malati

di Redazione - - Cronaca

FIRENZE – Gravi ritardi nel rilascio dei rinnovi dei permessi di soggiorno di cittadini migranti regolarmente presenti nel nostro territorio e permessi negati a migranti malati: a lanciare l”allarme è il capogruppo di Sinistra italiana in Consiglio comunale a Firenze Tommaso Grassi insieme alle associazioni Anelli Mancanti e Confederazione  Multietnica Internazionale.

Oltre al problema della lentezza delle procedure – ha spiegato Grassi – c”è anche quello del diniego del rilascio agli immigrati affetti da gravi patologie, che invece sarebbe sancito dalla giurisprudenza. La Questura di Firenze, come del resto molte altre sul territorio italiano, si limita in quei casi a riconoscere la inespellibilità dal territorio dello Stato quando possa derivarne pregiudizio irreparabile per la salute. Così si dice alla stessa persona che, da un parte, non può avere il permesso di soggiorno perché non è in grado di lavorare, dall’altra che non verrà comunque
espulso, creando così una zona grigia, un limbo fatto di inumanità e interminabile burocrazia. Secondo il consigliere e le associazioni, per evitare questa mostruosità giuridica e arrivare alla conclusione più logica, basterebbe rilasciare il permesso di soggiorno per motivi umanitari a tutti coloro che sono gravemente malati: dispiace che anche le varie segnalazioni alle Autorità in questo senso non abbiano ottenuto neppure una risposta, conclude Grassi.

Tag:, , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: