Sempre che Publiacqua progredisca coi lavori

Firenze, tubo rotto lungarno Cellini: riapre una carreggiata, a senso unico

di Redazione - - Cronaca, Top News

FIRENZE – Proseguono i lavori di Publiacqua per la riparazione del tubo in lungarno Cellini a Firenze e questa sera, probabilmente entro le 20, come fa sapere Publiacqua, sarà riaperta una corsia, sul lato del fiume, verso
Ponte alle Grazie.
In dettaglio, spiega una nota del Comune, il tratto in cui sarà in vigore il senso unico sarà quello dal cantiere a piazza Poggi; negli altri tratti tornerà il doppio senso. Quindi i veicoli dal centro in uscita città dovranno utilizzare Ponte alle Grazie-lungarni alle Grazie e della Zecca Vecchia fino ad arrivare a Ponte San Niccolò da dove potranno riprendere gli itinerari consueti. Garantita invece la direttrice verso Ponte alle Grazie.

Intanto, informa Publiacqua, i tecnici della società hanno terminato i lavori di scavo sulla tubazione interessata dal guasto sul lungarno. Il lavoro è stato più complesso del previsto poiché la tubazione Dn 300 (30 centimetri di diametro) in ghisa corre ad una profondità di circa due metri vicina a condutture di altri sottoservizi, tra le quali quelle del gas. A rendere più complesso l’intervento anche la pioggia notturna che ha rallentato l”attività di scavo.
Dopo una valutazione dei danni riportati dalla barra di tubazione (circa sei metri) direttamente interessata dal guasto, il personale di Publiacqua ha programmato la sostituzione non solo del tratto di rete danneggiato ma dell”intera condotta fino alla cameretta di manovra presente all’angolo tra Lungarno Cellini e via della Fornace.
Oltre a ciò, sfruttando sempre lo scavo già aperto, sarà inoltre sostituita anche la tubazione di distribuzione con la
posa di una condotta Dn 100 nello stesso tratto di strada. Un lavoro che prevede quindi la sostituzione di circa 100 metri complessivi di tubazione in ghisa sferoidale che, con l’occasione, saranno anche posizionati ad un profondità diversa per rendere meno pericolosa e complessa l’interazione con gli altri sottoservizi.

 

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.