Se festivo o non bancabile

Pensioni: emendamento manovra, verranno pagate il primo del mese o quello successivo utile

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Politica, Primo piano

ROMA- Continua il balletto delle date e delle cifre per il pagamento delle pensioni. Parlamento, Boeri e Governo non ne vogliono proprio sapere di lasciare tranquilli i pensionati. Adesso viene fuori un’altra novità, positiva e speriamo sia l’ultima, definitiva. Dal 2018 le pensioni saranno sempre pagate il primo del mese o il giorno successivo se festivo o non bancabile. Lo prevede un emendamento alla manovra riformulato e approvato dalla commissione Bilancio della Camera che pone fine a incertezze e polemiche sulla data dell’assegno. Nel 2016 doveva infatti scattare il pagamento il secondo giorno bancabile che rischiava però, se a ridosso del weekend, di diventare anche il 4 o il 5 del mese. La misura era stata congelata per il 2016 e il 2017 e ora viene definitivamente sostituita.

«Bene l’emendamento sul pagamento delle pensioni il primo del mese. Avevamo chiesto al governo di intervenire ed è positivo che la questione sia stata risolta una volta per tutte». Lo dichiarano i sindacati dei pensionati Spi-Cgil, Fnp-Cisl, Uilp-Uil commentando l’approvazione da parte della commissione Bilancio della Camera dell’emendamento alla manovra sul giorno di pagamento delle pensioni. «Particolarmente rilevante – continuano i sindacati – è la decisione di rendere strutturale questa misura evitando così
ulteriori disagi per milioni di pensionati e lo spiacevole balletto delle date che si ripeteva ormai da due anni. Seguiremo l’iter della legge di bilancio – concludono Spi, Fnp, Uilp – e verificheremo che questa norma venga approvata definitivamente».

 

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: